Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Consulente finanziario indipendente

del 24/04/2012
CHE COS'È?

Consulente finanziario indipendente: definizione

Il Consulente finanziario indipendente è un libero professionista, con uno status sociale definito e riconosciuto, assimilabile ad altre figure professionali come l’avvocato o il commercialista e si occupa della gestione finanziaria dei suoi clienti
Giuridicamente la figura professionale del consulente finanziario indipendente fee only fa riferimento al contratto d'opera (articolo 2222 del codice civile) e si inquadra nella categoria dei prestatori d'opera intellettuale così come disciplinato dagli articoli 2229 e seguenti del codice civile.
In tale contesto il soggetto si obbliga, dietro corrispettivo e senza vincolo di subordinazione, ad eseguire un servizio o un'opera nei confronti del committente, con lavoro prevalentemente personale, indipendentemente dal risultato che sarà raggiunto (cosiddetta "obbligazione di mezzi").
Tale definizione permette di distinguere il consulente finanziario indipendente da tutte le altre figure che, a vario titolo, lavorano in ambito finanziario come il private banker, il promotore finanziario o il broker.
Infatti il consulente finanziario indipendente (abbreviabile con l'acronimo CFI), o anche consulente finanziario fee only (solo a parcella) è remunerato esclusivamente dal cliente e non percepisce provvigioni e/o commissioni di alcun genere da banche, Sim (Società di Intermediazione Mobiliare), compagnie di assicurazione, Sgr (Società di Gestione del Risparmio), al contrario delle altre figure sopra menzionate. Opera pertanto in totale autonomia e indipendenza senza alcun conflitto d’interesse, avendo come unico ed esclusivo obiettivo la soddisfazione del cliente.

COME SI FA
Il consulente indipendente, quindi, non è un venditore, non è un promotore, non è un intermediario finanziario, ma è un esperto che lavora in forma completamente autonoma per consigliare le migliori soluzioni possibili sulla base di una componente oggettiva (migliori servizi a parità di costi, oppure minori costi a parità di servizi offerti) e di una soggettiva (ovvero le caratteristiche personali ed ogni tipo di esigenza del destinatario dei servizi), in relazione a investimenti, previdenza, finanziamenti, mutui, tesoreria, prodotti derivati.
Aiuta e supporta i suoli clienti nella pianificazione e nelle scelte finanziarie. Può lavorare ad un singolo progetto (consulenza spot), oppure affiancare il cliente in via continuativa.

Che cosa NON fa il consulente finanziario indipendente:

  • non vende prodotti finanziari;
  • non ha accesso, né diretto, né indiretto, al patrimonio del cliente che rimane depositato presso il suo intermediario tradizionale;
  • non percepisce alcun tipo di remunerazione da intermediari, banche ed assicurazioni

CHI
La consulenza indipendente è un servizio professionale che può essere erogato a persone fisiche (privati, liberi professionisti, imprenditori) o persone giuridiche (aziende, enti pubblici). Nel caso delle società od enti, il CFI ha la funzione di direttore finanziario in outsourcing, in quanto le piccole e medie aziende ne sono sprovviste.

FAQ

In che modo il CFI può essermi utile?

Dopo un'attenta ed accurata analisi della situazione del cliente, il CFI con particolare riferimento agli obiettivi ed alle aspettative in termini di servizio reso, fornisce indicazioni circa la riorganizzazione del patrimonio, ottimizzando le varie aree di intervento: finanziaria, assicurativa, immobiliare, fiscale e successoria. All'atto pratico per la parte finanziaria ed assicurativa evidenzierà la qualità dei prodotti detenuti in portafoglio (spesso di difficile comprensione) oltre ai costi inutili o esagerati.Indirizzerà dunque il cliente verso strumenti e scelte efficienti, ottenendo il duplice effetto di far risparmiare sui costi/commissioni e nel contempo ottenere performance migliori.I consigli profusi contribuiranno alla costruzione di una portafoglio ottimale a solo ed esclusivo beneficio del cliente. I restanti aspetti vengono trattati studiando soluzioni "su misura" per le specifiche esigenze del caso.

Quanto costa la sua consulenza?

Il CFI emette una parcella, a seconda dei servizi può utilizzare:parcella oraria;una percentuale sul patrimonio oggetto della consulenza;parcella fissa a progetto per una pianificazione finanziaria;un mix tra percentuale e fisso. Ciò che è bene evidenziare è che, in ogni caso, la parcella è sempre di gran lunga inferiore rispetto alle commissioni ed ai costi occulti praticati dalla banca, assicurazione o fondo d'investimento a fronte degli investimenti effettuati. Purtroppo il risparmiatore non è a conoscenza e non ha la percezione delle tipologie di "prelievi" a cui è soggetto. A conti fatti la parcella si “paga da sé” grazie all'efficienza delle scelte consigliate, ai risultati ottenuti e al risparmio di costi inutili.

Come si eseguono i consigli, le raccomandazioni del consulente?

Il cliente può tranquillamente continuare a mantenere il denaro presso la sua attuale banca senza spostare il denaro. Se il cliente lo ritiene opportuno può farsi affiancare nelle operazione dal consulente il quale, su richiesta, può anche indicare altri intermediari qualitativamente migliori, in base alle necessità d'investimento del cliente.

Perché non continuare a rivolgermi a chi mi dà la consulenza gratuita?

La "consulenza gratuita" svolta dalle banche o dai promotori finanziari, non è consulenza ma promozione, finalizzata alla vendita di un "prodotto", e non è gratuita come erroneamente si pensa, in quanto i prodotti proposti hanno una struttura di costi espliciti ed impliciti che viene solo parzialmente spiegata, ma molto più spesso occultata al cliente per ovvi motivi di vendita.Prendendo spunto da altri campi, è logico chiedere un consiglio sull'acquisto di un immobile al proprietario dello stesso? Sicuramente è meglio farsi fare una perizia da un proprio tecnico di fiducia che verifica le condizioni, il prezzo e via discorrendo. Gli investimenti mobiliari vanno valutati con altrettanta cura, ed è opportuno affidare tale valutazione a chi non ha interessi in gioco, ossia il consulente indipendente.

Alcuni operatori legati a rete bancarie dichiarano di fare "consulenza indipendente". Di che figure si tratta?

Si tratta di promotori finanziari multibrand (ossia che possono vendere prodotti di più case), la cui struttura bancaria ha voluto dare la parvenza di indipendenza "copiando" alcune caratteristiche della consulenza indipendente pura, come ad esempio il pagamento di una parcella.In realtà il tutto è un'abile mossa di marketing e i clienti si ritrovano a pagare due volte (parcella + costi dei prodotti) senza alcun beneficio.Questi operatori hanno ordini di "scuderia" e dei budget da rispettare e sono portati a vendere i prodotti sui quali il ritorno economico è più alto. In ogni caso si tratta di operatori che non sono in grado di prestare consulenza finanziaria indipendente, in quanto non riescono a superare il conflitto d'interesse che sta alla base del rapporto di agenzia o di lavoro subordinato per conto di una banca o istituto finanziario/assicurativo: più questi operatori fanno gli interessi dei clienti e meno guadagna la banca e quindi loro stessi e viceversa.

Come fa il CFI a fare le stesse cose della banca?

Il CFI non si sostituisce alla banca! Assume il ruolo di controparte, di "filtro" grazie al quale il cliente può ottenere una consulenza indipendente per giudicare e scegliere gli strumenti e i prodotti che la stessa banca vende. La banca è solo un "negozio finanziario" da utilizzare come strumento operativo.

Ho delle garanzie se affido il mio patrimonio al CFI?

Il CFI non ha vincoli di rapporto subordinato con nessuna Banca, compagnia di assicurazione o Sim. Inoltre, a differenza di promotori ed assicuratori, il CFI non tocca mai il patrimonio del suo cliente; infatti è sempre il cliente che esegue le operazioni consigliate, direttamente presso la propria banca di fiducia.

Quali garanzie ho dal punto di vista professionale nell'affidarmi al CFI?

La prima importante garanzia è la scelta professionale di operare in totale indipendenza da qualunque società (banca, compagnia di assicurazioni, Sim, eccetera). Il CFI ha, normalmente, alle spalle una notevole preparazione in materia economico-finanziaria; ha frequentato Master e corsi di specializzazione. Inoltre con l'entrata in vigore dell'Albo di categoria, i nuovi iscritti dovranno sostenere un apposito esame sotto il controllo della Consob. Nello svolgimento dell'attività il CFI si avvale di sofisticati software finanziari e di società di analisi indipendenti che forniscono tutti gli aggiornamenti possibili. Un'ulteriore tutela sarà la sottoscrizione da parte del Consulente di un'assicurazione obbligatoria responsabilità civile professionale, una volta attuata la Direttiva Mifid.

Non credo di aver bisogno di qualcuno che mi consigli come investire il mio denaro!

L'esperienza degli ultimi anni ha indicato fortemente il bisogno di un'informazione chiara ed indipendente, obiettiva e comprensibile, in grado di aiutare gli investitori che decidono autonomamente come destinare i propri risparmi. I gestori professionali dei fondi di investimento hanno dato negli anni risultati sempre più deludenti, peggio ancora i gestori delle cosiddette Gpm e Gpf, che caricano di costi l'investitore. Oltre l'80% dei fondi comuni non riesce a superare l'indice di riferimento!
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
STUDI COMPETENTI IN MATERIA

FINANZA E MERCATI: VOCI CORRELATE

Investimenti finanziari: contratto quadro

di Avv. Fabio Benatti del 26/08/2011

L’attività di prestazione di servizi di investimento da parte dell’intermediario finanziario avviene..

Agenzie di Rating

di Dott.ssa Antonella Simone del 11/10/2011

Le agenzie di rating sono società specializzate nella valutazione del merito creditizio. Pubblicano ..

Livelli di Rating

di Dott.ssa Antonella Simone del 11/10/2011

Per livelli di rating si intendono le diverse classi di rischio creditizio. La variazione di livello..

Trading online

di Redazione Professionisti del 07/09/2015

Da oltre un decennio si è diffuso un innovativo sistema finanziario che poggia sul web per ottenere ..

Standard & Poor's

di Dott.ssa Antonella Simone del 11/10/2011

Standard & Poor's (S&P) è un'agenzia di rating internazionale presente in tutto il mondo. S&..