Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Assistenza per la certificazione dei contratti di lavoro

del 17/09/2015
CHE COS'È?

Assistenza per la certificazione dei contratti di lavoro: definizione

L'obiettivo della certificazione dei contratti di lavoro è quello di fornire una certezza alle parti riguardo al rapporto contrattuale ed evitare eventuali controversie sulla qualificazione dei contratti. Integrazioni e modifiche riguardanti la certificazione dei contratti di lavoro sono contenute nella legge n. 183/2010. La certificazione può intervenire sia in fase di formalizzazione del contratto che 'in itinere', quindi prima delle firme. Le parti che si trovano a stipulare un contratto, aziende e lavoratori, possono essere sicure della qualità dell'atto firmato in quanto sono state assistite da una Commissione composta da persone molto preparate che ha valutato attentamente la validità sostanziale e formale. Il contratto scelto dalle parti, qualunque esso sia, si può reputare conforme alla norma solo se è stato convalidato dalla Commissione. Insomma, l'assistenza per la certificazione dei contratti di lavoro dà sicurezza alle parti, che non dovranno minimamente dubitare della legalità del rapporto contrattuale che hanno appena instaurato. 

La certificazione dei contratti di lavoro mira ad evitare contenziosi tra le parti contrattuali, visto che produce effetti anche verso terzi, tra cui gli enti previdenziali. Gli effetti della certificazione sono indubbiamente positivi anche nella sfera della responsabilità sociale d'impresa. Insomma, l'assistenza per la certificazione dei contratti di lavoro ha solamente aspetti positivi per datori di lavoro e lavoratori, garantendo certezza alle parti ed evitando contenziosi.  


COME SI FA

La disciplina relativa al procedimento della certificazione dei contratti di lavoro è contenuta nel decreto 21 luglio 2004. Bisogna innanzitutto premettere che le commissioni che prestano assistenza per la certificazione dei contratti di lavoro operano in base alla legge e a regolamenti interni. Una volta ricevuta la richiesta scritta dalle parti contrattuali, il presidente della Commissione invita le parti a comparire dinanzi ad essa per la certificazione del contratto.  La convocazione, oggi, può avvenire anche a mezzo posta elettronica o fax.  Il procedimento di certificazione deve, per legge, concludersi entro 30 giorni dalla ricezione dell'istanza delle parti, oppure dal ricevimento di altri documenti eventualmente richiesti dalla Commissione. 

L'istanza di certificazione dei contratti di lavoro va presentata mediante un modulo ad hoc, sottoscritto dalle parti, a cui vanno allegati i documenti di identità e l'originale del contratto di lavoro siglato dalle parti, contenente tutte le informazioni fiscali e anagrafiche. Nell'istanza le parti devono menzionare tutti gli effetti amministrativi, civili, fiscali e previdenziali per cui viene richiesta la certificazione. La Commissione, dopo aver acclarato che il contratto scelto dalle parti sia stato redatto correttamente, può chiedere integrazioni o modifiche, oppure procedere direttamente a stilare l'atto di certificazione.


CHI

L'attività di assistenza per la certificazione dei contratti di lavoro viene prestata dalla suddetta Commissione. Da sottolineare che quest'ultima fornisce consulenza alle parti sia in sede di stipulazione del contratto di lavoro che, eventualmente, in fase di modifica del programma negoziale. Ovviamente, l'azienda e il lavoratore devono presentarsi dinanzi alla Commissione per la certificazione del contratto di lavoro: l'assenza di uno dei due nell'ora e nella data fissate comporterà l'obbligo di presentazione di una nuova istanza. Sia il datore di lavoro che il lavoratore si possono fare assistere dalle loro organizzazioni sindacali o di categoria. 


FAQ

1. Se una parte non si presenta dinanzi alla Commissione?

L'istanza diventa improcedibile, quindi non ci potrà essere certificazione del contratto di lavoro.

2. Il contratto di lavoro a progetto è ammesso alla certificazione?

Sì, tutti i contratti di lavoro possono avvalersi della certificazione.

3. L'Ente certificatore conserva il contratto di lavoro certificato?

Sì, fino a 5 anni dopo la scadenza del contratto.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

INQUADRAMENTO - RAPPORTO DI LAVORO: VOCI CORRELATE

Tirocinante

di del 20/05/2011

Il tirocinante (o stagista), da non confondersi con il praticante, è un soggetto che sulla base di u..

Quadro

di Rag. Maurizio Cason Villa del 17/10/2011

Si definisce quadro un lavoratore che presta la propria opera di lavoro subordinato e che, pur non ..

Volontario

di Dott. Claudio Zaninotto del 21/12/2011

Con il termine volontario si intende individuare un soggetto che opera gratuitamente a favore di org..

Operaio

di Rag. Maurizio Cason Villa del 17/10/2011

Si definisce operaio un lavoratore che svolge lavori di tipo manuale o tecnico tipicamente all’int..

Intermedio

di del 03/11/2011

Posto che la caratteristica distintiva dell’operaio è la collaborazione con il datore di lavoro per ..