Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Bioedilizia

del 27/04/2012
CHE COS'È?

Bioedilizia: definizione

Siamo arrivati ormai alla saturazione di ogni spazio libero con il cemento, abbiamo creduto che la terra e le piante sporcassero, portassero chissà quali malattie, abbiamo pensato che un bel lastricato fosse più facile da tenere pulito… e sono aumentati a dismisura i casi di allergie, di stress, di malattie dell’apparato respiratorio. Ci siamo così spostati verso la bioedilizia, verso progetti attenti, come si sente dire, all’eco-sostenibilità e al risparmio energetico.
Ma ancora con sguardo miope: se si parla di bioedilizia, è evidente che non si può prescindere dalle piante, e invece troppo spesso le piante, che sarebbero l’unico elemento vivente, oltre all’uomo, non fanno parte di un progetto di edilizia ecocompatibile e sostenibile.
Eppure la funzione termoregolatrice della vegetazione è conosciuta sin dai tempi più remoti: i vantaggi che il verde poteva offrire dal punto di vista climatico erano noti nella costruzione delle dimore greche e ispano-moresche, ma è soprattutto con la civiltà romana che ha inizio la progettazione del giardino in funzione del clima.

COME SI FA
Anche la sola vista del verde porta benefici alle persone: essa infatti riduce lo stress e, agendo in modo attivo nel provocare sentimenti positivi, ci rende anche più produttivi. La presenza della vegetazione influisce sull’attività elettrica della corteccia cerebrale, suscitando maggiore attenzione e una maggiore quantità di onde Alfa cerebrali, determinando un ritmo cardiaco più moderato. Se infatti osserviamo la scala dei colori, possiamo notare come il verde si trova al centro: una posizione di perfetto equilibrio; del resto il verde è il colore della natura e, per antonomasia, della vita: ad esso si associano vitalità e vigore, crescita e sviluppo.
Il verde, inteso come colore della vegetazione, controlla efficacemente l’intensità e la qualità della luce negli spazi esterni, intercettando e assorbendo parte della radiazione luminosa solare.
Le piante, in realtà, non sono solo verdi, ma cambiano di colore (anche di verde) in funzione della stagione, e questo ci aiuta a mantenere il nostro orologio biologico in sintonia con l’ora solare, sottomettendoci di buon grado alle regole delle stagioni.
Non si fatica quindi a capire che il verde in prossimità della propria dimora o del luogo di lavoro riduce il senso di condizionamento mentale imposto dalla vita urbana, e, nello stesso tempo, rinvigorisce sia il nostro corpo, sia la mente.
Ecco quindi come vediamo noi, che ci curiamo delle piante, la bioedilizia: un'edilizia che convive con le piante, in un sistema di esseri viventi di cui anche l'uomo fa parte.

CHI
E' evidente che per usare le piante (alberi, arbusti, rampicanti) nel modo migliore, cioè per ottenere il massimo dalle stesse, bisogna concoscerle a fondo: conoscere le loro esigenze, sapere come si potranno comportare una volta poste in un ambiente a loro ostico come è la città e comunque l'ambiente urbanizzato. E' bene quindi rivolgersi a chi ha conoscenze specifiche sull'argomento: agronomi, periti agrari.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
STUDI COMPETENTI IN MATERIA

GREEN BUILDING: VOCI CORRELATE

BREEAM

di Avv. Vincenzo Diego Cutugno del 09/02/2011

BREEAM, acronimo di BRE Environmental Assessment Method, è tra gli standard più diffusi al mondo vol..

Green building

di Avv. Vincenzo Diego Cutugno del 31/03/2011

Con l’espressione green building ci si riferisce alla rapida ed ormai ampia diffusione in tutt..

Normativa LEED

di Avv. Vincenzo Diego Cutugno del 31/03/2011

Sin dalla data della sua costituzione (1993), l’associazione no profit USGBC (U.S. Green Build..