Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Normativa LEED

del 31/03/2011
CHE COS'È?

Normativa LEED: definizione

Sin dalla data della sua costituzione (1993), l’associazione no profit USGBC (U.S. Green Building Council), ebbe quale obiettivo principale la realizzazione di un sistema di valutazione e certificazione volto a definire e misurare l’efficienza dei criteri di sostenibilità. A tal fine, l’USGBC diede vita ad un apposito comitato che, tramite la partecipazione di competenze e discipline differenti (architetti, immobiliaristi, proprietari, avvocati, ambientalisti e industriali), fosse in grado di garantire maggiore ricchezza al processo di analisi ed al lavoro ultimato.
Il comitato, così composto, completò il primo programma pilota LEED (“Leadership in Energy and Environmental Design”) per edifici di nuova realizzazione o ristrutturazione di edifici esistenti LEED Version 1.0, lanciato all’assemblea dei soci di USGBC nell’agosto del 1998. Il primo protocollo LEED fu oggetto, negli anni, di importanti modifiche ed aggiornamenti fino alla pubblicazione dell’ultima versione dell’aprile 2009, LEED 2009.
Gli standard LEED costituiscono un sistema di certificazione volontario e basato sul consenso, per la progettazione, costruzione e gestione di edifici sostenibili ad alte prestazioni. I parametri prescritti dai protocolli LEED stabiliscono precisi criteri di progettazione e realizzazione di edifici salubri, energeticamente efficienti e a impatto ambientale contenuto.

Avv. Vincenzo Diego Cutugno
Ordine degli Avvocati di Milano
Studio Legale Carone & Partners


COME SI FA

Questo sistema di rating si applica a diverse tipologie di edifici e costruzioni attraverso prodotti diversi: LEED Italia 2009 Nuove Costruzioni – Ristrutturazioni, LEED EB (EBOM, Existing Buildings), LEED CI (Commercial Interiors projects), LEEDCS (Core & Shell Development projects), LEED H (Homes), LEED ND (Neighborhood Development).
I criteri sono raggruppati in sei categorie, che prevedono prerequisiti obbligatori e un numero di performance ambientali, che assieme definiscono il punteggio finale dell’edificio:

  • Sostenibilità del Sito
  • Gestione delle Acque
  • Energia e Atmosfera
  • Materiali e Risorse
  • Qualità Ambientale Interna
  • Progettazione ed Innovazione

cui va aggiunta la

  • Priorità regionale

che consente di ottenere ulteriori crediti orientati alle specifiche priorità ambientali locali. Dalla somma dei crediti conseguiti all’interno di ciascuna delle categorie, si ottiene uno specifico livello di certificazione, che attesta la prestazione raggiunta dall’edificio in termini di sostenibilità ambientale. La certificazione LEED si articola in:

  • Certificazione Base (40 – 49 punti)
  • Certificazione Argento (50 – 59 punti)
  • Certificazione Oro (60 – 79 punti)
  • Certificazione Platino (oltre gli 80 punti)

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
STUDI COMPETENTI IN MATERIA

GREEN BUILDING: VOCI CORRELATE

Green building

di Avv. Vincenzo Diego Cutugno del 31/03/2011

Con l’espressione green building ci si riferisce alla rapida ed ormai ampia diffusione in tutt..

BREEAM

di Avv. Vincenzo Diego Cutugno del 09/02/2011

BREEAM, acronimo di BRE Environmental Assessment Method, è tra gli standard più diffusi al mondo vol..

Bioedilizia

di Dott.ssa Marcella Minelli del 27/04/2012

Siamo arrivati ormai alla saturazione di ogni spazio libero con il cemento, abbiamo creduto che la ..