CERCA UN PROFESSIONISTA
CERCA NELL'ENCICLOPEDIA
 

Tetto verde


Aggiornato al 03/02/2012

CHE COS'È
Tetto vegetale o copertura vegetalizzata è un concetto di copertura che utilizza terra o un altro tipo di substrato (materiale alleggerito o più fibrosi e leggeri) e dei vegetali al posto della classica tegola.
Storicamente, la costruzione di coperture vegetali è una tradizione in molti paesi scandinavi ed europei, i giardini pensili di Babilonia costruiti dal re Nabucodonosor è uno degli esempi più conosciuti di verde pensile. 
Si distinguono due tipologie di tetti verdi: “tetto verde intensivo” (giardino pensile) e “tetto verde estensivo”.
Il tetto “verde intensivo” è caratterizzato da un peso superiore e richiede uno spessore minimo del terreno di almeno 30 cm contro i 5-12 cm del secondo. La destinazione a verde della copertura degli edifici è una delle principali strategie impiegate in Bioarchitettura per limitare l’impatto ambientale della costruzione. Il mix tra substrati e vegetali permette di realizzare delle coperture relativamente ben isolate, protette dall'aria e dall'acqua, resistenti al vento e al fuoco. Il tutto tramite materiali facilmente disponibili.
Contribuisce alla riduzione del fabbisogno energetico dell’edificio e quindi alla riduzione delle emissioni di CO2 sia perché apporta altri numerosi vantaggi economici ed ecologici:

  • assorbe temporaneamente l’acqua piovana e la rilascia lentamente per cui evita gli allagamenti per tracimazione della rete fognaria;
  • filtra l’inquinamento urbano e riduce l’anidride carbonica;
  • filtra l’acqua piovana inquinata;
  • raffredda l’aria per evapotraspirazione di vapore acqueo;
  • riduce la velocità del vento;
  • favorisce l’insediamento di ecosistemi animali;
  • riduce la trasmissione dei rumori all’interno dell’edificio;
  • riduce gli effetti delle “isole di calore urbane”;
  • aumenta il volano termico della copertura;
  • aumenta la resistenza termica della copertura;
  • protegge il manto impermeabile e ne prolunga la durata;
  • è uno strumento di nuovi linguaggi architettonici.

Silvia Ghirelli
Paesaggista
Paesaggista Silvia Ghirelli AIAPP-IFLA

COME SI FA
Il tetto verde è realizzabile in opera (con la creazione di contenitori più o meno ampli all’interno dei quali mettere il substrato e la vegetazione), dopo un attento studio di portata della struttura di copertura, le fasi e gli strati realizzati sulla soletta portante sono composti da una guaina impermeabilizzante e uno strato protettivo, sopra la quale si alternano diversi strati (strato di separazione, strato termoisolante, strato di separazione, drenante, di separazione, substrato vegetativo e vegetazione). 
Attualmente sono disponibili in commercio alcune soluzioni pronte, per esempio: moduli prefabbricati installabili su balconi e tetti piatti, senza la necessità di realizzare lavori preparatori. Consiste nel comprare delle cassette a forma di tronco di piramide in acciaio inossidabile, che hanno anche un ruolo di supporto da pavimento. Queste cassette vengono vendute già piantate con una varietà assai vasta di alberi e arbusti.
CHI
E' necessario affidarsi a ditte specializzate.

Questa spiegazione ti è stata utile?
Vuoi collaborare a migliorare il contenuto? La spiegazione..
Registrati e Fai una domanda




Uomo
Donna
(non verrà pubblicato)

(scegli dall'elenco)



* Con l'inserimento dei tuoi dati dichiari di aver letto ed accettato le condizioni d'uso del sito ed il trattamento dei dati da parte di Professionisti s.r.l.
se vuoi accettare i consensi separatamente

Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di Professionisti s.r.l.
come specificato all' art 3b
Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di società terze anche relative ad indagini di mercato su prodotti e servizi operanti nel settore editoriale, largo consumo e distribuzione, finanziario, assicurativo, automobilistico, dei servizi e ad organizzazioni umanitarie e benefiche come specificato all' art 3c

STUDI COMPETENTI SULLA VOCE

Consulenti Agricoli e Forestali

Paesaggista Silvia Ghirelli (AIAPP - IFLA)

Via Tassoni, 203
42123 Reggio nell'Emilia (RE)
Tel. 0522363088 - Fax. 0522363088

silviaghirelli@alice.it - www.silviaghirelli.it

Architetti

Arch. Giuseppe Privitera

via Giorgio La Pira 12
95039 Trecastagni (CT)
Tel. 3404037632 - Fax. 09436060

gioprivi@gmail.com

IN EVIDENZA
Abusi edilizi
CALCOLO MINI IMU
Inserisci la tua rendita
catastale e procedi al
Calcolo Mini IMU →







VOCI CORRELATE

Architettura del paesaggio
Aggiornato al 24/07/2012


Cavedio
Aggiornato al 27/06/2012


Conservazione di siti storici
Aggiornato al 11/11/2013


Giardino pensile
Aggiornato al 27/06/2012


Inserimento paesaggistico
Aggiornato al 02/01/2012


Siepe
Aggiornato al 03/02/2012


Valutazione impatto paesaggistico
Aggiornato al 07/09/2011


Fitoiatra
Aggiornato al 07/02/2012


Paesaggistica: sensibilità del sito
Aggiornato al 24/10/2011


[x] chiudi

Parco
Aggiornato al 23/02/2012



FEED
SHARE
Scrivici  per informazioni sul servizio
La redazione è offline