Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Trasporto aereo: ritardo prolungato del volo

del 01/08/2011
CHE COS'È?

Trasporto aereo ritardo prolungato del volo: definizione

È prolungato il ritardo del volo aereo –  in partenza da un aeroporto comunitario o effettuato da una compagnia comunitaria (in partenza da un Paese extracomunitario con destinazione un aeroporto comunitario) – protrattosi, rispetto all’orario originariamente programmato:

  • di almeno due ore, nel caso di voli intracomunitari o internazionali inferiori o pari a 1.500 km;
  • di almeno tre ore, nei casi di voli intracomunitari superiori a 1.500 km e/o di voli internazionali tra 1.500 e 3.500 km;
  • di almeno quattro ore, nel caso di voli internazionali superiori a 3.500 km.
In tali ipotesi, il Regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio dell’11 febbraio 2004 stabilisce che il passeggero abbia diritto a forme di assistenza (pasti e bevande, due chiamate telefoniche o via fax o e-mail, eventuale sistemazione in albergo con relativo trasferimento dall'aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa) in relazione ad ogni tratta aerea, intra-comunitaria o internazionale.
Se il ritardo è di almeno 5 ore il passeggero può rinunciare al volo senza dover pagare penali e può domandare, altresì, il rimborso del prezzo del biglietto per la parte del viaggio non usufruita.
Con riferimento all’ipotesi di ritardo prolungato, il citato Regolamento comunitario non prevede compensazioni pecuniarie (espressamente contemplate soltanto in caso di negato imbarco ed in talune ipotesi di cancellazione del volo). Tuttavia, la Corte di Giustizia Europea, con la sentenza n. 402 del novembre 2009, ha stabilito che in caso di ritardo superiore o pari alle 3 ore, i passeggeri hanno diritto alla stessa compensazione pecuniaria prevista per i casi di cancellazione del volo ex articolo 7 del Regolamento (CE) n. 261/2004, di fatto considerando che i passeggeri dei voli cancellati e quelli vittime di ritardo pari o superiore a 3 ore subiscano un danno affine.
Ferma restando la riducibilità del 50% della predetta compensazione in capo al vettore operativo che “riprotegga” il passeggero su un volo alternativo entro circoscritti archi temporali, il Vettore non è tenuto a corrispondere alcuna compensazione a norma del ridetto articolo 7, se è in grado di dimostrare che il disservizio è stato determinato da circostanze eccezionali che non si sarebbero potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso.

Avv. Francesco Ruggiero
Ordine degli avvocati di Bari
Dott. Marco Direnzo
Praticante abilitato al Patrocinio – Bari
Loconte & Partners Studio Legale e Tributario

COME SI FA
In caso di mancata attuazione delle tutele previste, prima di adire le competenti sedi giudiziarie, è opportuno che il passeggero indirizzi un formale reclamo dapprima alla compagnia aerea con la quale ha viaggiato ed, in seconda istanza, all’E.N.A.C. (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile), l’organismo responsabile del rispetto dei diritti del passeggero.
Il godimento dell'anzidetta assistenza e la eventuale riscossione della compensazione pecuniaria non impediscono al viaggiatore di avanzare una richiesta supplementare di risarcimento del danno subito a causa del ritardo, comunque entro e non oltre le limitazioni previste dalla normativa comunitaria ed internazionale.

CHI
Per godere delle prescritte forme di tutela - riconosciute con priorità alle persone con mobilità ridotta e ai loro eventuali accompagnatori, nonché ai bambini non accompagnati - è indispensabile possedere un biglietto, ossia un documento in corso di validità che dà diritto al trasporto, e/o avere una prenotazione confermata e, comunque, presentarsi all’accettazione nei modi e tempi previsti dalla compagnia aerea (in assenza di indicazioni, il termine da rispettare è di 45 minuti prima dell’ora di partenza pubblicata).

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

TIPI DI TRASPORTO: VOCI CORRELATE

Trasporto aereo: reclamo

di Avv. Francesco Ruggiero del 28/07/2011

Il reclamo è la richiesta di risarcimento dei danni che il passeggero deve inoltrare qualora abbia s..

Trasporto aereo: Property Irregulary Report

di Avv. Thomas Marchese del 28/07/2011

Il P.I.R., acronimo dell’espressione in lingua inglese “Property Irregularity Report”, ovvero rappor..