Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Trasporto aereo: Property Irregulary Report

del 28/07/2011
CHE COS'È?

Trasporto aereo Property Irregulary Report: definizione

Il P.I.R., acronimo dell’espressione in lingua inglese “Property Irregularity Report”, ovvero rapporto di irregolarità attinenti al bagaglio, è quella denuncia che i passeggeri dei voli aerei devono presentare quando, giunti a destinazione, riscontrino irregolarità nella riconsegna del bagaglio consegnato al vettore al momento del check-in, e da questi trasportato nella stiva dell’aeromobile.
Le irregolarità statisticamente più diffuse consistono nella mancata riconsegna dello stesso (che può sfociare in una tardiva restituzione, oppure in uno smarrimento), oppure nella presenza di danni sul bagaglio.
Poiché l’articolo 31, comma 1, della Convenzione di Montreal del 28.05.1999, ratificata in Italia dalla legge n. 12/2004, stabilisce che “il ricevimento senza riserve del bagaglio da parte della persona avente diritto alla consegna costituisce, salvo prova contraria, presunzione che gli stessi sono stati consegnati in buono stato e conformemente al titolo di trasporto”, il P.I.R. costituisce l’indispensabile strumento di superamento di tale presunzione.
Difatti esso contiene la segnalazione di un qualche tipo di sinistro occorso al bagaglio durante il trasporto, comunicata al vettore direttamente in aeroporto e nell’immediatezza dei fatti; la conseguente stretta connessione spaziale e temporale fra tale segnalazione ed il riscontro delle irregolarità fornisce al vettore stesso la plausibile dimostrazione della veridicità dei fatti denunciati.
Il P.I.R., in tal modo, consente al vettore di effettuare le opportune ricerche e verifiche, anche interne, allo scopo di accertare i fatti accaduti. In caso di mancata riconsegna, per esempio, è possibile per la compagnia ricercare i colli, ed in caso di danneggiamento è possibile verificarne in contraddittorio lo stato; in tale modo, al momento dell’effettuazione del successivo reclamo da parte del passeggero, il vettore potrà già avere assunto le proprie determinazioni riguardo le pretese del viaggiatore, onde accelerare l’iter della pratica.
All’opposto, ove il P.I.R. non sia effettuato prima che i bagagli escano dall’area aeroportuale, non è più possibile accertare l’effettività delle lamentele del passeggero, né se gli eventuali danni si siano determinati durante il viaggio o successivamente all’arrivo.

Avv. Thomas Marchese
Ordine degli Avvocati di Bari
Loconte & Partners Studio Legale e Tributario

COME SI FA
Non sono previste particolari modalità per la formazione del P.I.R.
Vi provvede l’ufficio “Lost & Found” del vettore, il quale raccoglie la denuncia del passeggero includendovi gli estremi del suo biglietto, nonché dello scontrino identificativo del bagaglio consegnato, rilasciato al momento del check-in ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della Convenzione di Montreal del 28.05.1999.
Ogni P.I.R. ha un numero identificativo e ne viene rilasciata una copia al passeggero.

CHI
Come già accennato, il P.I.R. è formato dagli stessi uffici del vettore, i quali raccolgono le dichiarazioni del passeggero per poi incrociarle con i propri dati.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

TIPI DI TRASPORTO: VOCI CORRELATE

Trasporto aereo: reclamo

di Avv. Francesco Ruggiero del 28/07/2011

Il reclamo è la richiesta di risarcimento dei danni che il passeggero deve inoltrare qualora abbia s..

Trasporto aereo: ritardo prolungato del volo

di Avv. Marco Direnzo del 01/08/2011

È prolungato il ritardo del volo aereo –  in partenza da un aeroporto comunitario o effettuato da un..