Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Valle d'Aosta: Piano operativo regionale 2007-2013 - Fondo FSE

del 15/02/2011
CHE COS'È?

Valle d'Aosta Piano operativo regionale 2007-2013 - Fondo FSE: definizione

Il Programma operativo regionale per la valle d'Aosta  per il periodo 2007-2013 rientra nell'ambito dell'Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione, con una dotazione totale di oltre 82 milioni di euro. Il contributo comunitario tramite il Fondo sociale europeo  (FSE) ammonta a circa 33 milioni di euro, pari al 40% totale contributo elegibile.

Il Programma Operativo trae origine direttamente dal DSR-Documento Strategico Regionale, con la cui redazione la Regione ha dato vita ad un’azione concertata con tutti gli attori socioeconomici rilevanti, al fine di definire una strategia regionale unitaria e creare le premesse per un’effettiva complementarità tra i vari strumenti preposti all’attuazione delle politiche di sviluppo (competitività, occupazione, sviluppo rurale e cooperazione territoriale) nel prossimo settennato di programmazione, ricomprendendo non solo i programmi cofinanziati dai Fondi Strutturali ma anche quelli a titolarità regionale o nazionale.

L’impegno del FSE per il periodo 2007-2013 deve essere orientato al conseguimento del seguente obiettivo strategico complessivo, ovvero supportare l’innovazione strutturale della Valle d’Aosta attraverso lo sviluppo sostenibile della sua capacità economica ed il rafforzamento della coesione e della sicurezza sociali:

  • favorendo la piena occupazione; 
  • qualificando l’impresa, il lavoro e l’uso delle risorse ambientali; 
  • perseguendo le pari opportunità fra uomini e donne; 
  • estendendo il diritto di accesso all’apprendimento lungo il corso della vita come condizione di inclusione sociale.

Gli orientamenti strategici definiscono la seguente articolazione per Assi prioritari di intervento:

Asse I – Adattabilità

L'obiettivo dell'Asse è Accrescere l'adattabilità dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori, anticipando ed accompagnando le politiche economiche, i mutamenti del sistema competitivo e l’innovazione organizzativa.

E' rivolto a sostenere tutti i processi di aggiornamento e di adattamento delle competenze dei lavoratori, delle imprese e dei sistemi produttivi territoriali, in modo da conseguire al medesimo tempo obiettivi di sviluppo economico e di coesione sociale, attuando il riferimento politico della flexicurity.

In questo quadro si fanno propri i seguenti obiettivi specifici:

  1. Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori;
  2. Favorire l’innovazione e la produttività attraverso una migliore organizzazione e qualità del lavoro;
  3. Sviluppare politiche e servizi per l’anticipazione e gestione dei cambiamenti, promuovere la competitività e l’imprenditorialità.

Asse II – Occupabilità

L'obiettivo dell'Asse è migliorare l’accesso ed accrescere la partecipazione al mercato del lavoro, creare occupazione aggiuntiva sostenibile e di qualità, contrastare la precarietà e prevenire la disoccupazione.

E' rivolto a sostenere tutti i processi che promuovano e supportino la partecipazione attiva al mercato del lavoro, in termini di accesso e di permanenza stabile, con particolare riferimento alle persone in cerca di occupazione, inattive, a rischio di disoccupazione di lunga durata, agli occupati più anziani interessati a prolungare la propria carriera professionale, ai soggetti maggiormente esposti ai rischi della precarietà per condizione di genere e di origine.

In questo quadro si fanno propri i seguenti obiettivi specifici dell’asse:

  1. Aumentare l’efficienza, l’efficacia, la qualità e l’inclusività delle istituzioni del mercato del lavoro;
  2. Attuare politiche del lavoro attive e preventive, con particolare attenzione all’integrazione dei migranti nel mercato del lavoro, all’invecchiamento attivo, al lavoro autonomo ed all’avvio di imprese;
  3. Migliorare l’accesso delle donne all’occupazione e ridurre le disparità di genere.

Asse III – Inclusione sociale

L'obiettivo dell'Asse è potenziare l’inclusione sociale delle persone svantaggiate e combattere le discriminazioni nell’accesso all’apprendimento ed al mercato del lavoro.

E' rivolto alla realizzazione di specifiche politiche che prevengano e contrastino i rischi di esclusione propri di un’economia sempre più basata sull’uso intensivo della conoscenza, nella quale l’occupazione, le traiettorie professionali e le stesse opportunità di accesso all’apprendimento continuo sono fortemente condizionati dal livello di istruzione conseguito, dalla capacità di partecipazione ai processi sociali e dal possesso di connotazioni individuali agenti potenzialmente in modo discriminatorio.

In questo quadro si fa proprio il seguente obiettivo specifico:

  1. Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati per combattere ogni forma di discriminazione nel mercato del lavoro.

Asse IV – Capitale umano

L'obiettivo dell'Asse è creare le condizioni per un maggior ritorno degli investimenti in conoscenza, attraverso la riforma e la qualificazione dei sistemi di istruzione e formazione e la loro più stretta integrazione con i dispositivi produttivi.

E' rivolto a promuovere e sostenere tutti i processi che portano ad un miglioramento strutturale della diffusione, della qualità e del ritorno degli investimenti in apprendimento, in coerenza con i nuovi riferimenti dell’economia e della società della conoscenza.

In questo quadro si fanno propri i seguenti obiettivi specifici:

  1. Elaborazione e introduzione delle riforme dei sistemi di istruzione, formazione e lavoro per migliorarne l’integrazione e sviluppare l’occupabilità, con particolare attenzione all’orientamento;
  2. Aumentare la partecipazione alle opportunità formative lungo tutto l’arco della vita e innalzare i livelli di apprendimento e conoscenza;
  3. Creazione di reti di università, centri tecnologici di ricerca, mondo produttivo e istituzionale, con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dell’innovazione.

Asse V – Transnazionalità e interregionalità 

L'obiettivo dell'Asse è promuovere la Valle d’Aosta come spazio comune di apprendimento nei confronti delle altre regioni italiane ed europee, attraverso lo sviluppo di relazioni strutturate rivolte alla riforma ed alla qualificazione dei sistemi educativi, formativi, di mercato del lavoro e della mobilità geografica e interregionalità.

E' rivolto a promuovere e sostenere le relazioni di integrazione e scambio – funzionali allo sviluppo delle politiche e dei sistemi di offerta – della Valle d’Aosta con le altre regioni italiane ed europee, oltre che verso i Paesi comunitari, con attenzione ai processi di mobilità geografica, in ingresso ed in uscita, degli studenti, dei lavoratori, dei formatori e dei ricercatori.

In questo quadro si fa proprio il seguente obiettivo specifico:

  1. Promuovere la realizzazione e lo sviluppo di iniziative e di reti su base interregionale e transnazionale, con particolare attenzione allo scambio di buone pratiche.

Asse VI – Assistenza tecnica

L'obiettivo dell'Asse è migliorare l'efficienza e l'efficacia del Programma Operativo attraverso il supporto all’amministrazione nelle attività di programmazione, attuazione, controllo e valutazione.

Sono previste azioni specifiche ad implementare le disposizioni regolamentari in materia di gestione e controllo della programmazione dei fondi strutturali.

Per l’assistenza tecnica, quindi, si adotta il seguente obiettivo specifico:

  1. Migliorare l’efficacia e l’efficienza dei Programmi Operativi attraverso azioni e strumenti di supporto.

Ripartizione finanziaria per asse prioritario (in euro):

I – Adattabilità

                Contributo UE 8.886.117

                Contributo nazionale pubblico 13.329.175

II – Occupabilità

                Contributo UE 12.835.502

                Contributo nazionale pubblico 19.253.253

III - Inclusione sociale

Contributo UE 2.632.924

Contributo nazionale pubblico 3.949.385

IV - Capitale Umano

Contributo UE 5.924.078

Contributo nazionale pubblico 8.886.117

V – Transnaz. e interreg.

Contributo UE 1.316.462

Contributo nazionale pubblico 1.974.693

VI - Assistenza tecnica

Contributo UE 1.316.461

Contributo nazionale pubblico 1.974.693

Fasi.biz


COME SI FA

La Regione emana a, valere sulle suddette risorse stanziate, appositi bandi per procedere alla loro assegnazione.

Le azioni individuate dalla strategia saranno realizzate rispettando le seguenti specificità: coerenza e concentrazione delle risorse, innovazione, sperimentazione azioni transnazionali e interregionali, parti sociali.

Nel rispetto del principio della separazione delle funzioni di cui all’art. 58, lettera b), del Regolamento (CE) del Consiglio N. 1083/2006104, al fine di garantire l’efficace e corretta attuazione del Programma Operativo e il corretto funzionamento del sistema di gestione e controllo, sono individuate tre Autorità:

  • Autorità di Gestione: è responsabile della gestione e attuazione del Programma Operativo conformemente al principio di buona e sana gestione amministrativa e finanziaria.
  • Autorità di Certificazione: è responsabile della certificazione corretta delle spese erogate a valere sui fondi comunitari/statali per l’attuazione del programma operativo.
  • Autorità di Audit: è responsabile della verifica dell’efficace funzionamento del sistema di gestione e di controllo.

 


CHI
Gli obiettivi e le finalità del Programma riguardano l’intero sistema economico locale.

vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

PROGRAMMAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA 2007/2013: VOCI CORRELATE

Basilicata: Programma operativo regionale 2007-2013 - Fondo FSE

di del 16/02/2011

La strategia di intervento del FSE della Regione Basilicata si iscrive all’interno di una Programmaz..

Molise: Programma Operativo Regionale - POR 2007-2013 - Fondo FSE

di del 16/02/2011

L’intervento del Fondo Sociale nel territorio della Regione Molise per il periodo di programmazione ..

Piemonte: regime di aiuti per progetti di ricerca, sviluppo e investimenti a finalità regionale

di del 16/02/2011

Per favorire lo sviluppo economico territoriale la Regione Piemonte, ai sensi delle leggi regionali ..

Campania: Programma operativo regionale 2007-2013 - Fondo FSE

di del 16/02/2011

Il Programma operativo regionale della Campania per il periodo 2007-2013 rientra nell'ambito dell'ob..

Liguria: Programma Operativo Regionale - POR 2007-2013 - Fondo FSE

di del 16/02/2011

Le politiche della Regione per il Fondo Sociale Europeo (FSE) sono state sviluppate il linea con la ..