Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Espropriazione

del 31/03/2011
CHE COS'È?

Espropriazione: definizione

La proprietà su un bene ha, normalmente, valore assoluto.
Il diritto di proprietà è imprescrittibile e consente al proprietario anche il non uso.
Esistono peraltro alcuni limiti a questi principio.
Ad esempio, il non uso del bene, accompagnato dall’uso che altri (non proprietario) faccia del bene stesso per un determinato periodo di tempo, comporta la perdita del diritto in capo al proprietario per usucapione.
Altre volte il proprietario può essere privato della proprietà di un bene nell’interesse pubblico ovvero nell’interesse privato.
Si parla, in questi casi, di espropriazione.

Avv. Maurizio Sala
Ordine degli Avvocati di Milano
Studio Legale Avvocato Maurizio Sala


COME SI FA

I casi di espropriazione sono tassativi.
Espropriazione per pubblica utilità: si verifica in tutti i casi in cui ragioni di interesse generale impongono un sacrificio al privato che, per l’appunto, viene privato in tutto o in parte della proprietà di un bene per la realizzazione di un’opera pubblica. Pensiamo ai casi di espropriazione di parte di un terreno per realizzare una grande via di comunicazione.
Perché sia consentita l’espropriazione è necessaria l’utilità pubblica dell’opera da realizzare nonché il pagamento di una indennità per il proprietario espropriato.
L’indennità non rappresenta un prezzo, dal momento che l’espropriazione viene posta in essere per soddisfare esigenze d’interesse generale, ma non può neppure ridursi ad un valore meramente simbolico.
Espropriazione nell’interesse privato: si verifica nei casi di inadempimento del proprietario ad un’obbligazione. Infatti, ogni soggetto è titolare di diritti ed obblighi. L’inadempimento ad un obbligo comporta la reazione da parte del soggetto che ha fatto affidamento sul suo rispetto. Così, ad esempio, il mancato pagamento di un debito comporta che il debitore risponda dell’adempimento con tutto il suo patrimonio. In tale caso il creditore munito di titolo esecutivo può espropriare la proprietà altrui chiedendone la vendita all’asta per soddisfarsi sul ricavato.
Espropriazione come sanzione penale: si ha in tutti i casi in cui la privazione della proprietà di un bene consegue all’esercizio da parte dello Stato della funzione giurisdizionale penale e si concretizza nella confisca.
Il sequestro, tanto civile che penale, è invece una privazione momentanea (per il tempo necessario alla definizione di un giudizio) della disponibilità di un bene. Se, poi, il giudizio si conclude in senso sfavorevole al soggetto che ha subito sequestro, il bene viene definitivamente espropriato.


vota  

DISCUSSIONI ARCHIVIATE

mimmo

24/04/2012 09:04:12

Salve vorrei dei chiarimenti inerenti ad un esproprio avvenuto all' incirca 30 anni fa. Le particelle interessate nel decreto di esproprio non risultano espropriate ma sono sempre state intestate al proprietario, su queste aree hanno costruito un palazzetto dello sport degli spogliatoi e dei campetti da gioco che fino al 2011 non sono stati mai accatastati, perchè la trascrizione del decreto non è mai stata fatta,
infatti la pa solo grazie alla alla legge degli "immobili fantasma" si sono preoccupati di fare l'accatastamento trascrivendo particelle che il comune non è mai stato in possesso.

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

PROPRIETÀ E DIRITTI REALI: VOCI CORRELATE

Usucapione

di Avv. Maurizio Sala del 31/03/2011

L’usucapione costituisce un modo di acquisto a titolo originario della proprietà e dei diritti..

Proprietà: modi di acquisto

di Avv. Maurizio Sala del 31/03/2011

Per modi di acquisto della proprietà si intendono i fatti e negozi con rilevanza giuridica che fanno..

Proprietà: occupazione

di Avv. Maurizio Sala del 31/03/2011

L’occupazione è un modo di acquisto a titolo originario della proprietà e consiste nella presa..

Proprietà: distanze legali

di Dott. Luca Bertolini del 25/01/2012

I limiti legali sulle distanze delle costruzioni sono regolati dagli articoli 873 – 877 codice civil..

Azioni a tutela della sevitù: azione confessoria

di Avv. Maurizio Sala del 15/03/2011

L'azione giudiziaria a difesa di una servitù è l'azione confessoria.Con essa il titolare di un dirit..