Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Apprendista

del 02/08/2016
CHE COS'È?

Apprendista: definizione

Nel diritto del lavoro italiano, l'apprendista è colui che svolge una certa attività lavorativa dopo aver sottoscritto un contratto di apprendistato. La disciplina normativa di riferimento è rappresentata dal d. lgs. n. 276 del 10 settembre del 2003, che prevede tre differenti tipologie di apprendistato professionalizzanti dal punto di vista contrattuale: il contratto di apprendistato per un percorso di alta formazione o per l'acquisizione di un diploma; il contratto di apprendistato professionalizzante per l'ottenimento di una qualifica mediante apprendimento tecnico professionale e formazione sul lavoro; il contratto di apprendistato per l'adempimento del diritto dovere di formazione e istruzione.


COME SI FA

Quali sono i requisiti da rispettare per diventare apprendista?

I datori di lavoro intenzionati ad assumere uno o più apprendisti, in seguito all'accordo tra la Confcommercio, la Cgil, la Cisl e la Uil del 2 luglio del 2004, sono tenuti a presentare una specifica domanda accompagnata da un piano formativo; la domanda va inoltrata alla commissione dell'ente bilaterale, che poi è chiamata a esprimere il proprio parere e a dichiarare se la domanda stessa è conforme o meno alle norme del contratto collettivo nazionale di lavoro. Solo i giovani con più di 18 anni e con meno di 29 anni possono essere assunti con un contratto di apprendistato professionalizzante; il limite di età si abbassa a 17 anni per chi possiede una qualifica professionale prevista dalla legge.


CHI

Qualsiasi datore di lavoro.


FAQ

1. Quanto dura il periodo di apprendistato?

La durata del periodo di apprendistato varia a seconda del settore di riferimento, ed è stabilita dagli accordi di settore: tra i criteri che influiscono su questo aspetto vanno ricordati il titolo di studio, la qualifica che si intende ottenere, i crediti formativi acquisiti, i crediti professionali acquisiti e il bilancio di competenze. Nelle imprese del settore terziario, per esempio, il periodo di apprendistato va da un minimo di 24 a un massimo di 48 mesi, mentre nelle imprese del settore calzaturiero va da un minimo di 42 a un massimo di 72 mesi. 

2. Cosa prevede il contratto di apprendistato?

Dal contratto di apprendistato deriva un rapporto di lavoro di tipo misto, che implica che il datore di lavoro sia obbligato a fornire una formazione professionale effettiva, attraverso la trasmissione di competenze scientifiche e tecniche o l'affiancamento pratico. Il numero di apprendisti deve essere inferiore al numero di lavoratori dipendenti qualificati effettivi. 

3. Che cos'è il contratto di apprendistato professionalizzante?

Si tratta di una tipologia di contratto che è stata introdotta con la Legge Biagi, vale a dire il D. Lgs. 276 del 2003, e riguarda il conseguimento di una qualificazione tramite la formazione sul lavoro. Il contratto di apprendistato professionalizzante può essere applicato in tutti i settori di attività ai soggetti di età compresa tra i 18 e i 30 anni non ancora compiuti: deve avere forma scritta e riportare le indicazioni delle prestazioni fornite, oltre che del piano formativo individuale e della qualifica acquisita alla conclusione del rapporto di lavoro.

4. Qual è la storia dell'apprendistato in Italia?

Il primo punto di riferimento importante, sul piano storico, per l'apprendistato nel nostro Paese è la Legge n. 25 del 19 gennaio del 1955, la prima a disciplinare questo istituto prevedendo sgravi fiscali consistenti per il datore di lavoro. Un altro passaggio fondamentale è stato il Pacchetto Treu, cioè la Legge n. 196 del 24 giugno del 1997, che ha riformato l'istituto.
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

INQUADRAMENTO - RAPPORTO DI LAVORO: VOCI CORRELATE

Dirigente

di del 03/11/2011

Posto che la nozione di “dirigente” in Italia non è stabilita dalla legge, le caratteristiche della ..

Impiegato

di Rag. Maurizio Cason Villa del 17/10/2011

Si definisce impiegato un lavoratore subordinato che svolge la sua attività alle dipendenze di un d..

Tirocinante

di del 20/05/2011

Il tirocinante (o stagista), da non confondersi con il praticante, è un soggetto che sulla base di u..

Assistenza per la certificazione dei contratti di lavoro

di del 27/06/2017

L'assistenza per la certificazione dei contratti di lavoro permette alle parti coinvolte di avere ce..

Volontario

di Dott. Claudio Zaninotto del 21/12/2011

Con il termine volontario si intende individuare un soggetto che opera gratuitamente a favore di org..