Consulenza o Preventivo Gratuito

Telefonate commerciali: per la Cassazione non sono molestie

del 12/09/2017
di: Redazione
Telefonate commerciali: per la Cassazione non sono molestie

Le telefonate dai call center si caratterizzano per essere insistenti, ripetute e spesso intrusive, specie per gli orari di ricezione. Eppure non costituiscono reato di molestia penalmente rilevante.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con tre sentenze: la numero 38224/2017, 38225/2017 e 38226/2017.

Le telefonate commerciali ricevute dagli utenti non si configurano come molestie telefoniche: un operatore di telemarketing non commette un reato perseguibile dall’articolo 660 del codice penale perché le continue chiamate hanno lo scopo di pubblicizzare e vendere prodotti e servizi, e non quello di recare danno al destinatario della telefonata.

Non sono tardate le critiche alle sentenze che sottolineano la mancanza di una normativa che limiti le pratiche di telemarketing estremo. Quello, per esempio, seguito da grossi gruppi commerciali per riconquistare clienti passati alla concorrenza e costretti, adesso, a rivedere le proprie strategie di marketing.

Fonte e approfondimento: news.biancolavoro.it

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Concorrenza: nuovo rating di legalità per le imprese

del 26/01/2013

Dal 21 gennaio 2013 è entrato in vigore il nuovo regolamento concernente l'organizzazione e il funzi...

Il latte crudo va dichiarato sulla confezione

del 31/01/2013

Il latte crudo, così come la crema, prima di essere consumati vanno bolliti; la dicitura va riportat...

Carburanti, prezzi in chiaro, senza indicare sconti

del 05/02/2013

Prezzi dei carburanti più trasparenti. Da un lato, attraverso la pubblicizzazione dei prezzi visibil...