Consulenza o Preventivo Gratuito

Pagamento Imu e Tasi: come fare se cambio residenza?

del 07/06/2017
di: Redazione
Pagamento Imu e Tasi: come fare se cambio residenza?

Il 16 giugno scade il termine per versare quanto dovuto per Imu e Tasi, ma come si fa il calcolo di Imu e Tasi in caso di cambio residenza durante l’anno di riferimento fiscale?

La risposta è semplice perché resta valido il principio generale secondo il quale il pagamento di Imu e Tasi è relativo all’immobile di proprietà in cui coincidono indirizzo di residenza ed effettiva presenza dell’interessato.

Se il proprietario trasferisce altrove la propria residenza, il pagamento delle due tasse è commisurato al tempo, in mesi, trascorsi nella precedente casa; se invece il cambio di residenza è previsto e burocraticamente svolto ma il contribuente risiede fisicamente nella precedente casa lasciando l’altra disabitata, è previsto l’obbligo di pagamento di Imu e Tasi con aggiunta dell’aliquota della seconda casa definita dal proprio Comune.

Fonte e approfondimenti: www.fiscoetasse.com.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Cassette sicurezza facilitate senza imposta di registro

del 25/01/2013

Apertura cassette di sicurezza del de cuius senza imposta di registro. Per il verbale che il notaio...

L'elaborazione dei dati fiscali non è attività riservata

del 26/01/2013

L'attività di elaborazione dati ai fini fiscali non è attività riservata. Pertanto, può essere svolt...

Niente esenzione: anche l'esercito può pagare l'Ici

del 30/01/2013

Il ministero della difesa paga l'Ici sugli immobili se non sono più utilizzati per finalità istituzi...