Consulenza o Preventivo Gratuito

Contratto di collaborazione: caso di evasione contributiva

del 18/04/2017
di: Redazione
Contratto di collaborazione: caso di evasione contributiva

L’imprenditore che stipula un contratto di collaborazione in assenza degli opportuni requisiti commette omissione ed evasione contributiva perché cela un rapporto di lavoro subordinato per risparmiare sulla posizione previdenziale dei suoi collaboratori.

È quanto sancisce la Corte di Cassazione con la sentenza n.6405 del 13 marzo 2017 relativa al caso di tre lavoratori assunti con contratto a progetto ma in realtà occupati in lavori privi di specificità e delimitazione funzionale rispetto all’attività aziendale, dunque propriamente lavori subordinati.

La Corte condivide l’ipotesi di evasione contributiva espressa anche dall’Inps e ora tocca al datore di lavoro sostenere con le prove, oltre che a parole, la mancanza di intento fraudolento. 
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Casse di previdenza: salvi i professionisti esodati

del 25/01/2013

Salvo il professionista esodato che risulti versare un minimo alla cassa di previdenza per conservar...

Per il Durc non è rilevante la posizione dei soci

del 25/01/2013

La posizione dei soci non rileva (e non deve essere oggetto di verifica) al fine del rilascio del Du...

Tirocini linee guida uniformi in tutte le regioni

del 26/01/2013

Via libera alle linee guida sui tirocini. La conferenza stato-regioni, infatti, ha predisposto le no...