Consulenza o Preventivo Gratuito

Bonus ristrutturazione anche al convivente

del 02/08/2016
di: Redazione
Bonus ristrutturazione anche al convivente

Anche il convivente more uxorio può fruire del bonus ristrutturazione e detrarre le spese sostenute.

Con la risoluzione 64/E dello scorso 28 luglio, l’Agenzia delle Entrate ha esteso al convivente la possibilità di fruire del bonus ristrutturazione e detrarre le spese sostenute per i lavori di rinnovo edilizio relative alla casa di proprietà del partner.

L’estensione del bonus ristrutturazione al convivente more uxorio è una conseguenza della legge 76/2016 che regolarizza le unioni civili: pur non equiparabili al matrimonio, alle unioni civili è stata riconosciuta una specifica rilevanza giuridica che l’Agenzia delle Entrate ha recepito anche in materia fiscale con la risoluzione 64/E.

La condivisione dell’immobile è insita nello status di convivente, pertanto chi convive con il proprietario della casa anche senza contratto di comodato – come finora richiesto – e sostiene delle spese di ristrutturazione può detrarle grazie all’estensione del bonus ristrutturazione al partner convivente. 

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Le opere interne diventano interventi di ristrutturazione

del 01/05/2013

«Le cosiddette “opere interne” non sono più previste nel dpr 6 giugno 2001, n. 380, come categoria a...

Requisiti acustici case, rumore off-limits

del 30/05/2013

Case al riparo dall'inquinamento acustico. Bocciata la norma che neutralizzava retroattivamente, nei...

Aiuto del 65% ridotto, meno tempo e palazzi addio

del 06/06/2013

Salta la detrazione del 65% per le ristrutturazioni importanti dell'intero edificio (superiori al 25...