Consulenza o Preventivo Gratuito

Tutela depositanti, muro contro muro Bce-Germania

del 11/05/2016
di: Redazione
Tutela depositanti, muro contro muro Bce-Germania

Con l’entrata in vigore delle norme sul bail-in, prosegue la marcia della Bce verso la tanto agognata unione bancaria. Ma la Germania continua a fare ostruzionismo, soprattutto per quanto riguarda la garanzia dei depositi armonizzata (Edis). Le tre gambe su cui dovrebbe reggersi l’unione bancaria sono la vigilanza unificata, il trattamento univoco delle risoluzioni bancarie e l’Edis.

 

Ma su questo terzo caposaldo Berlino si rifiuta – e l’ha ribadito durante il più recente Ecofin – di condividere il rischio di insolvenza o fallimento con quei paesi che non hanno saputo creare un argine efficace durante questi anni di difficoltà. Di più: la Germania pretende l’introduzione di requisiti di capitale per i titoli di stato in portafoglio (oggi valutati a rischio zero) o di introdurre un tetto massimo. La proposta è stata prontamente bocciata, ma è il segnale di una visione sempre più discordante tra Berlino e Francoforte. Il rischio, però, rimane quello che gli istituti di credito, specie quelli sottocapitalizzati, si concentrino su pericolose “scommesse” contro i titoli di stato di paesi che si prevedono in difficoltà – un po’ come successo con la Grecia – cercando di trarre profitto dalle disgrazie altrui.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Alla firma la Convenzione Cdp-Abi-Mise

del 14/02/2014

Dovrebbe esser siglata oggi la convenzione tra Abi, Cassa Depositi e Prestiti e Ministero dello Svil...

Banca antifrode finanziata dagli intermediari

del 04/09/2014

Dal prossimo anno gli intermediari finanziari si dovranno iscrivere alla banca dati antifrode del Mi...

Dl Investment Compact, i contenuti

del 23/01/2015

Il Consiglio dei Ministri che si è svolto mercoledì scorso ha visto alcune misure approvate dal gove...