Consulenza o Preventivo Gratuito

Crimini finanziari, calano le soffiate interne

del 14/03/2016
di: Redazione
Crimini finanziari, calano le soffiate interne

Un’indagine di Pwc sulle “soffiate” in azienda certifica un netto calo: se nella precedente rilevazione, infatti, il 35% dei crimini finanziari erano stati smascherati grazie a informazioni trapelate da dipendenti dell’azienda stessa o attraverso meccanismi di controllo, la nuova edizione della “Crime survey” certifica che la percentuale è calata fino al 13%. I

 

Il che, di per sé, non significa che vi sia stata una maggiore libertà per coloro che compiono reati finanziari tramite l’impresa in cui lavorano: “Da un lato – spiegano in Pwc – c’è la maggiore sensibilità del problema da parte delle forze dell’ordine che intervengono prima della segnalazione, dall’altro però c’è anche la complessità normativa che crea qualche difficoltà nel far sentire protetti e tutelati chi dovrebbe con le soffiate segnalare il problema”.

 

La Crime survey, giunta all’ottava edizione, ha mostra che un’azienda su cinque ha subito frodi economico-finanziarie negli ultimi due anni. Il reato più comune nel nostro paese rimane l’appropriazione indebita, che, da sola, vale il 70% delle infrazioni registrate. Seguono la corruzione (23%) e il cybercrimine (20% dei casi). Il 27% degli attacchi subiti dalle aziende ha prodotto un danno superiore al milione di dollari. L’identikit del frodatore tipo? Maschio, laureato, tra i 31 e i 40 anni, con una posizione di middle management. I settori più colpiti sono quelli dell’energia, dei servizi finanziari e dell’industria mineraria.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Antiriciclaggio in agguato sui mandatari politici

del 24/01/2013

Mandatari politici. Antiriciclaggio in agguato. Nessuna deroga per banche e poste alle prese con l'a...

Aggiotaggio del manager, capogruppo responsabile

del 30/01/2013

Scatta la condanna per responsabilità amministrativa dell'ente ai sensi della «231» a carico della s...

Evasore fiscale: soggetto socialmente pericoloso

del 31/01/2013

L'evasore fiscale incallito va considerato un soggetto «socialmente pericoloso». È questa la definiz...