Consulenza o Preventivo Gratuito

Tetto al contante, nuovi aggravi per i professionisti

del 24/02/2016
di: Redazione
Tetto al contante, nuovi aggravi per i professionisti

Con la Legge di Stabilità sono state introdotte nuove norme relative al tetto sui contanti. Come tutti sapranno, questo è stato innalzato da 1.000 a 3.000 euro, mentre rimangono invariate le disposizioni relativamente agli assegni che devono essere resi non trasferibili sopra i 1.000 euro. Sempre valide anche le restrizioni relative ai money transfer e ai libretti postali e bancari (1.000 euro).

 

Per quanto riguarda i professionisti, l’innalzamento del tetto del contante prevede però una serie di nuovi oneri che potrebbero creare qualche grattacapo. Si legge nella norma, infatti, che i professionisti sono tenuti alla contabilità ordinaria dei propri clienti in quanto “soggetti tenuti alla segnalazione delle operazioni effettuate in relazione ai pagamenti per importi pari o superiori ai 3.000 euro”.

 

La comunicazione deve essere inviata entro 30 giorni alla ragioneria territoriale competente. Che cosa succede in caso di mancata dichiarazione? Il professionista si troverà a dover corrispondere una sanzione che va dal 3 al 30% dell’operazione, con un minimo di 3.000 euro, senza la possibilità di ricorrere all’oblazione. Il cliente, invece, può ricorrere all’oblazione e comunque a una sanzione pari al doppio del minimo (2%) o a un terzo del massimo. Una palese disparità di trattamento che penalizza più il professionista che non il cliente, che si è reso responsabile della violazione.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Al deposito il bilancio patrimoniale dei consorzi

del 01/02/2013

Entro il 28 febbraio 2013, i consorzi con attività esterna sono chiamati al deposito della situazion...

A braccetto crediti certificati e pagamenti sprint

del 02/02/2013

Non c'è contraddizione tra la certificazione dei crediti vantati verso la p.a. (al fine di cederli a...

Il bilancio d'esercizio 2012? Entro il 30 settembre

del 08/02/2013

Posticipato al 30 settembre 2013 (cioè entro 270 giorni dalla chiusura dell'esercizio sociale) il te...