Consulenza o Preventivo Gratuito

Bankitalia: conversione lire-euro

del 08/02/2016
di: Redazione
Bankitalia: conversione lire-euro

Si è molto discusso della possibilità di convertire le vecchie lire in euro, ancora oggi. La Banca d’Italia ha reso noto lo scorso 21 gennaio che, a partire dal 22 gennaio, è possibile procedere alla conversione tra lire ed euro per tutti quei cittadini che dimostrino, tramite documenti, di aver avanzato specifica richiesta tra il 6 dicembre 2011 e il 28 febbraio 2012. In quel lasso di tempo, infatti, il Governo Monti bloccò la possibilità di conversione, anticipando di quasi tre mesi i termini, ma venendo poi sconfessato da una recente sentenza. Ma le polemiche non accennano a diminuire.

Bankitalia, infatti, ha dichiarato che per tutti gli altri cittadini, in possesso ancora della vecchia valuta, ma sprovvisti del documento che attesti la loro volontà di convertirla durante la finestra di cui si è detto, saranno avviati accertamenti finanziari.

 

Il Mef ha specificato che “ulteriori iniziative potranno essere assunte in presenza di novità nel quadro normativo”. L’Unione nazionale dei consumatori, però, contesta questa modalità, sostenendo che sia del tutto illegittima: secondo l’associazione di tutela, infatti, andrebbe contro la sentenza della Corte costituzionale che aveva annullato l’articolo del Salva Italia che anticipava i termini di scadenza per la conversione.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Al deposito il bilancio patrimoniale dei consorzi

del 01/02/2013

Entro il 28 febbraio 2013, i consorzi con attività esterna sono chiamati al deposito della situazion...

A braccetto crediti certificati e pagamenti sprint

del 02/02/2013

Non c'è contraddizione tra la certificazione dei crediti vantati verso la p.a. (al fine di cederli a...

Il bilancio d'esercizio 2012? Entro il 30 settembre

del 08/02/2013

Posticipato al 30 settembre 2013 (cioè entro 270 giorni dalla chiusura dell'esercizio sociale) il te...