Consulenza o Preventivo Gratuito

Isee, 362.000 sotto la lente dell’Inps

del 08/10/2015
di: La redazione
Isee, 362.000 sotto la lente dell’Inps

L’Inps vuole vederci chiaro sugli Isee e, per questo motivo, ha deciso di sottoporre ben 362.000 Dsu, Dichiarazione Sostitutiva Unica, a un controllo più approfondito. Tra gli elementi in esame, i dati e la regolarità della firma.

Lo scopo dell’Inps è verificare che gli Isee presentati nel 2012 e nel 2013, che hanno avuto diritto ad agevolazioni, potessero davvero godere di questi vantaggi.

 

I controlli avverranno a campione e riguarderanno circa il 3% delle dichiarazioni totali prodotte nei due anni. Il Caf competente riceverà una mail Pec in cui gli si chiederà di produrre la documentazione. L’intero iter non potrà avere durata superiore ai 135 giorni.

 

Le sanzioni applicate saranno diverse a seconda delle infrazioni accertate: in caso di ritardo nella consegna del modello Isee, si andrà da un minimo di 5 euro (tra 11 e 30 giorni di ritardo) a un massimo di 15 euro (oltre i 180 giorni). Se verrà riscontrata una difformità dei dati, la sanzione applicata sarà tra i 5 e i 15 euro. Nel caso più grave, cioè di presentazione di Dichiarazione Sostitutiva Unica di soggetto inesistente o con firma apocrifa, di compensazione non dovuta o di mancata produzione dei documenti richiesti dall’Inps, la sanzione sarà di 300 euro.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Controlli, l'autovalutazione con ReddiTest non basta

del 24/01/2013

Con un anno di ritardo rispetto alla tabella di marcia, l'Agenzia delle entrate alla fine dello scor...

Casse di previdenza: salvi i professionisti esodati

del 25/01/2013

Salvo il professionista esodato che risulti versare un minimo alla cassa di previdenza per conservar...

Per il Durc non è rilevante la posizione dei soci

del 25/01/2013

La posizione dei soci non rileva (e non deve essere oggetto di verifica) al fine del rilascio del Du...