Consulenza o Preventivo Gratuito

Concorso esterno in associazione mafiosa

del 13/07/2015
di: la redazione
Concorso esterno in associazione mafiosa
La Corte di Cassazione interviene su questo tipo di reato con la sentenza 24771 dell’11 giugno 2015 definendo colluso l’imprenditore che senza essere inserito nella struttura organizzativa mafiosa, tuttavia instauri con la cosca un rapporto di vantaggi reciproci. ItaliaOggi sottolinea che i vantaggi di cui parla la Corte sono l’imposizione sul territorio in posizione dominante e, per l’organizzazione mafiosa, l’ottenimento di risorse, servizi o utilità. Il concorso esterno si delinea in termini di contributo alla conservazione o al rafforzamento del gruppo associativo che deve essere accertato in concreto con riferimento all’avvenuto accrescimento della potenzialità operativa e della capacità di intimidazione. Come si può valutare che una condotta abbia determinato un potenziamento della struttura organizzativa dell’ente? Non si può andare oltre mere presunzioni di accrescimento della sua capacità di incidenza sul territorio.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Antiriciclaggio in agguato sui mandatari politici

del 24/01/2013

Mandatari politici. Antiriciclaggio in agguato. Nessuna deroga per banche e poste alle prese con l'a...

Aggiotaggio del manager, capogruppo responsabile

del 30/01/2013

Scatta la condanna per responsabilità amministrativa dell'ente ai sensi della «231» a carico della s...

Evasore fiscale: soggetto socialmente pericoloso

del 31/01/2013

L'evasore fiscale incallito va considerato un soggetto «socialmente pericoloso». È questa la definiz...