Consulenza o Preventivo Gratuito

Sanzioni penali tributarie oggi all'esame del CdM

del 23/06/2015
di: la redazione
Sanzioni penali tributarie oggi all'esame del CdM
La bozza di decreto sulle sanzioni penali tributarie oggi è all’esame del Consiglio dei Ministri. La normativa riguardo alla dichiarazione infedele prevede la punibilità del reato se le imposte evase ammontano ad euro 150.000 euro e se l’importo sottratto a tassazione superi il 10% del dichiarato e comunque sia di importo superiore a 3.000,00 euro. Se per questo tipo di reato le sanzioni sono affievolite, per un altro tipo, quello di dichiarazione infedele si sono inasprite, perché infatti tale reato verrà punito con la pena detentiva da un minimo di un anno e sei mesi fino ad un massimo di quattro anni (ad oggi il massimo ammonta a tre anni). Un articolo della bozza riguarda totalmente le cause di non punibilità dei reati tributari. E’ prevista la non punibilità dei seguenti reati: dichiarazione infedele, omessa dichiarazione, omesso versamento Iva e ritenute nei casi in cui il contribuente estingua il suo debito prima dell’inizio del dibattimento di primo grado. Una disposizione riguarda le valutazioni: non sono fatti punibili le valutazioni che differiscono in misura di meno del 10% rispetto alla situazione corretta. Oggi sono all’esame del Consiglio dei Ministri anche altri provvedimenti, uno riguardo i giochi, uno sul reddito di impresa e uno sul decreto taglia-tasse.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Antiriciclaggio in agguato sui mandatari politici

del 24/01/2013

Mandatari politici. Antiriciclaggio in agguato. Nessuna deroga per banche e poste alle prese con l'a...

Aggiotaggio del manager, capogruppo responsabile

del 30/01/2013

Scatta la condanna per responsabilità amministrativa dell'ente ai sensi della «231» a carico della s...

Evasore fiscale: soggetto socialmente pericoloso

del 31/01/2013

L'evasore fiscale incallito va considerato un soggetto «socialmente pericoloso». È questa la definiz...