Consulenza o Preventivo Gratuito

Pronto il bonus ricerca e sviluppo

del 16/10/2014
di: la redazione
Pronto il bonus ricerca e sviluppo
E’ stato riconosciuto un credito di imposta tra il 25% e il 30% alle imprese che effettuano investimenti nelle attività di ricerca e sviluppo a partire dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2019. Il credito di imposta, riferisce ItaliaOggi, sarà riconosciuto a condizione che siano sostenute spese per almeno 30 mila euro. E’ prevista l’esclusione del 50% del reddito derivante dall’utilizzo dei beni immateriali a vantaggio delle società e degli enti commerciali con riferimento ai redditi derivanti sia dalla concessione in uso delle opere d’ingegno, di brevetti industriali e di marchi d’impresa nonché di processi, formule e informative relative ad esperienze acquisite in campo industriale, commerciale o scientifico che dall’utilizzo diretto degli stessi nell’esercizio dell’attività di impresa. Per le start-up è prevista l’esenzione per un quinquennio dal pagamento dell’imposta di bollo, dei diritti di segreteria e del diritto annuale per l’iscrizione delle start-up nella sezione speciale del registro delle imprese. Il fondo di garanzia Pmi è stato modificato nel suo funzionamento: potrà garantire ora le tranche mezzanine emesse nell’ambito di operazioni di cartolarizzazione aventi come sottostanti prestiti alle piccole e medie imprese. E’ stata rivista la governance ora affidata ad un comitato di monitoraggio e valutazione che abbia al suo interno rappresentanti del mondo delle imprese e del sistema finanziario.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Detassazione 2013: sconti fiscali alla flessibilità

del 24/01/2013

Produttività fa rima con flessibilità. Almeno ai fini dell'applicazione della detassazione per l'ann...

La pace fiscale agevolata è costata 1.453 euro

del 24/01/2013

Sono 119 mila le liti tributarie di importo fino a 20 mila euro definite dai contribuenti in modo ag...

Occhi del fisco anche sui conti correnti delle colf

del 24/01/2013

L'occhio «indiscreto» dell'amministrazione arriva anche sulle provviste dei collaboratori domestici....