Consulenza o Preventivo Gratuito

Web, ospedali e web agency non rispettano privacy

del 23/09/2014
di: la Redazione
Web, ospedali e web agency non rispettano privacy
Il quotidiano ItaliaOggi riferisce che Federprivacy ha denunciato al Garante della Privacy che due terzi dei siti web italiani violano la privacy ed ha fornito i dati in un dossier. Su 2500 siti web di enti ed imprese, riporta il quotidiano, in 1690 casi non è stato rispettato l’obbligo di informare l’interessato su come saranno trattati i suoi dati personali (art. 13 codice della privacy) e in molti casi non è neppure rispettata la richiesta di consenso al trattamento dei dati (art. 23 codice della privacy). Il dossier evidenzia che il 17% dei siti web che omettono di dare l’informativa svolge attività in settori legati alla salute: ospedali, laboratori di analisi, dentisti, chirurghi, etc.. Nel 7% dei casi commettono violazioni le aziende informatiche (web agency o società di consulenza nei settori internet). Il 3% dei casi riguarda le pubbliche amministrazioni ed enti pubblici mentre il 4% i partiti, le associazioni e gli enti no profit. Ricorda il quotidiano che le prescrizioni del codice della privacy vanno adottate ogni volta che si chiede all’utente di compilare form di contatto fornendo le proprie informazioni personali. Nicola Bernardi, presidente Federprivacy, afferma che “l’ammontare delle violazioni rilevate nell’arco di un solo mese, è stimata, codice alla mano, intorno ai 24 milioni di euro, ma la portata del fenomeno è molto più estesa perché i domini registrati presso il Registro.it del Cnr sono a oggi circa 2,5 milioni, e questo significa che il campione analizzato equivale ad appena un millesimo dei siti italiani. L’entità di queste infrazioni...è quindi potenzialmente calcolabile in alcuni miliardi di euro.”
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Concorrenza: nuovo rating di legalità per le imprese

del 26/01/2013

Dal 21 gennaio 2013 è entrato in vigore il nuovo regolamento concernente l'organizzazione e il funzi...

Danno da infiltrazioni d'acqua? diritto al risarcimento

del 30/01/2013

«Il conduttore ha diritto alla tutela risarcitoria nei confronti del terzo che con il proprio compor...

Il latte crudo va dichiarato sulla confezione

del 31/01/2013

Il latte crudo, così come la crema, prima di essere consumati vanno bolliti; la dicitura va riportat...