Consulenza o Preventivo Gratuito

Comportamento contabile...e fiscale

del 23/06/2014
di: la Redazione
Comportamento contabile...e fiscale
La circolare 14/E dell’Agenzia delle Entrate del 4 giugno scorso affronta il tema delle perdite sui crediti e la modifica introdotta dall’articolo 1 comma 160 lettera b) della legge di Stabilità 2014 all’articolo 101 del Tuir. L’articolo in questione ha stabilito che gli “elementi certi e precisi sussistono inoltre in caso di cancellazione dei crediti dal bilancio operata in applicazione dei principi contabili”: questo per garantire parità di trattamento nei confronti di tutte le tipologie di imprese a prescindere dagli standard contabili che adottano. Per la cancellazione del cerdito dal bilancio (nuovo Oic 15) è necessaria la condizione per cui “il credito si estingue o viene ceduto in un’operazione di cessione che trasferisce al cessionario sostanzialmente tutti i rischi inerenti lo strumento finanziario ceduto”. Ci si trova nei casi di forfaiting; datio in solutum; conferimento del credito; vendita del credito, compreso factoring con cessione pro soluto con trasferimento sostanziale di tutti i rischi del credito; cartolarizzazione con trasferimento sostanziale di tutti i rischi del credito. In tutti questi casi la perdita deve essere contabilizzata e allocata nella voce B.14 del conto economico, risultando pari alla differenza tra corrispettivo e valore di iscrizione del credito (individuato dal valore nominale del credito al netto delle perdite accantonate al fondo svalutazione crediti) al momento della cessione. Qualora il trasferimento della titolarità del diritto non sia assistito dal trasferimento dei rischi, il principio non consente l’iscrizione della perdita (sono i casi di mancato incasso, compreso il factoring con mandato all’incasso; ricevute bancarie; cambiali girate all’incasso; pegno di crediti; cessione a scopo di garanzia; operazioni di sconto, cessioni pro solvendo e cessioni pro soluto che non trasferiscono sostanzialmente tutti i rischi inerenti il credito). La circolare si pronuncia anche in caso di cessione pro soluto di crediti non ancora scaduti.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Al deposito il bilancio patrimoniale dei consorzi

del 01/02/2013

Entro il 28 febbraio 2013, i consorzi con attività esterna sono chiamati al deposito della situazion...

A braccetto crediti certificati e pagamenti sprint

del 02/02/2013

Non c'è contraddizione tra la certificazione dei crediti vantati verso la p.a. (al fine di cederli a...

Il bilancio d'esercizio 2012? Entro il 30 settembre

del 08/02/2013

Posticipato al 30 settembre 2013 (cioè entro 270 giorni dalla chiusura dell'esercizio sociale) il te...