Consulenza o Preventivo Gratuito

Pos professionisti e pagamenti in sospeso

del 16/06/2014
di: la Redazione
Pos professionisti e pagamenti in sospeso
La scadenza del 30 giugno per il pos professionisti sembra essere più una esortazione che un obbligo. Infatti una circolare del Consiglio nazionale forense e una della fondazione studi dei Consulenti del lavoro hanno affermato che non esiste obbligo giuridico a carico di professionisti e lavoratori autonomi di installare il pos. Oltre ai costi – si consideri che per ogni transazione pos gli istituti di credito addebitano l’1,5-2,5%, che va ad aggiungersi al costo della gestione dell’apparecchio (circa 10 e i 25 euro al mese), c’e’ da evidenziare che i professionisti non hanno un gran numero di clienti e oltretutto che desiderino pagare tramite carta di credito. Centinaia di euro tra costi fissi e variabili a fronte di poche transazioni, riporta il quotidiano ItaliaOggi, non vale la candela. Ma se un cliente volesse pagare solo tramite carta di debito? ItaliaOggi afferma che in mancanza di pos si determinerebbe la cosiddetta mora del creditore di cui all’articolo 1206 del codice civile per cui il debitore regolarizzerebbe la sua posizione solo tramite una offerta solenne di pagamento davanti all’ufficiale giudiziario o con raccomandata; se il creditore non è poi in grado di ricevere il pagamento esso rimane in sospeso fino a data in cui le parti decidono come estinguere il debito.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Da febbraio anche i senz'albo trovano una casa

del 24/01/2013

Riforma dei senz'albo in dirittura d'arrivo in Gazzetta Ufficiale. La legge approvata il 19 dicembre...

In agenda politica scompaiono i professionisti

del 24/01/2013

In Italia c'è un settore economico che, nonostante la crisi e la burocrazia, continua a dare segnali...

Richieste di scioglimento: ordini professionali litigiosi

del 25/01/2013

Ordini professionali sempre più litigiosi. Nel 2012 le polemiche sulle elezioni non hanno riguardato...