Consulenza o Preventivo Gratuito

Mediazione, quando la dispone il giudice

del 24/03/2014
di: la Redazione
Mediazione, quando la dispone il giudice
Il dl 21 giugno 2013 n. 69 - decreto del fare convertito in legge 9 agosto 2013 n. 98 - ha previsto all’articolo 5 comma 2 il potere del giudice di disporre il procedimento di mediazione a condizione di procedibilità. Così, riferisce ItaliaOggi, si sono moltiplicati i casi di invio di parti in mediazione, in particolare a Roma e Milano. Il tribunale di Firenze ha emesso un’interessante ordinanza il 19 marzo scorso che, in tema di mediazione civile, detta i requisiti per soddisfare la condizione di procedibilità che, come riporta il quotidiano ItaliaOggi, sono i seguenti : la mediazione deve svolgersi con la presenza personale delle parti, l’ordine del giudice di esperire la mediazione ha riguardo al tentativo di mediazione vero e proprio, non si limita al primo incontro informativo per i seguenti motivi: il giudice stesso valuta la mediabilità del procedimento; gli avvocati sono “mediatori di diritto” quindi hanno sicuramente già conoscenza della natura della mediazione e delle sue finalità (informativa ex art. 4, c. III); un primo incontro meramente informativo ridurrebbe a un inaccettabile ruolo notarile quello del giudice del mediatore e dei difensori e comporterebbe un’ingiustificabile dilazione del processo civile.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Pronto per gli avvocati il nuovo codice deontologico

del 05/02/2014

In pensione il vecchio codice deontologico. Approvata dal plenum la nuova normativa che regola il co...

Gli obblighi del nuovo codice deontologico forense

del 10/02/2014

Più trasparenza tra avvocato e cliente. Uno dei punti chiave del nuovo codice deontologico forense c...

L’Oua sciopera per le condizioni della giustizia

del 18/02/2014

Da oggi gli Avvocati sono in sciopero, come annunciato dall’Organismo unitario dell’Avvocatura (Oua)...