Consulenza o Preventivo Gratuito

Se l'Ape costa 18.000 euro

del 13/06/2013
di: di Cinzia De Stefanis
Se l'Ape costa 18.000 euro
Nuove sanzioni in caso di mancato rispetto delle norme relative alla produzione dell'attestazione di prestazione energetica (Ape), il nuovo documento che ha sostituito l'attestato di certificazione energetica (Ace) e che è obbligatorio, da qualche giorno, sia per le compravendite che per le locazioni. È con il decreto legge 4 giugno 2013, n. 63 (Gazzetta Ufficiale del 5 giugno 2013 n. 130) che è stato sostituito l'articolo 15 del dlgs n. 192/2005 relativo alle sanzioni da applicare in caso di mancato rispetto delle norme relative alla produzione dell'attestato di prestazione energetica. Il nuovo articolo 15 stabilisce sanzioni per tutti i soggetti coinvolti: il professionista, il direttore dei lavori, il proprietario o il conduttore dell'unità immobiliare, l'amministratore di condominio, l'operatore incaricato del controllo e manutenzione, il costruttore, il proprietario e il responsabile dell'annuncio immobiliare. Il professionista incaricato al rilascio della relazione tecnica che non rispetta gli schemi e le modalità stabilite nel decreto, è punito con una sanzione amministrativa non inferiore a 700 euro e non superiore a 4.200 euro. Il direttore dei lavori che omette di presentare al comune l'asseverazione di conformità delle opere e l'attestato di qualificazione energetica, è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 1.000 euro e non superiore a 6.000 euro. Il proprietario o il conduttore dell'unità immobiliare, l'amministratore del condominio, qualora non provveda alle operazioni di controllo e manutenzione degli impianti di climatizzazione, è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3.000 euro. Il costruttore o il proprietario, in caso di violazione dell'obbligo di dotare di un attestato di prestazione energetica gli edifici di nuova costruzione e quelli sottoposti a ristrutturazioni importanti, è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 3.000 euro e non superiore a 18.000 euro. Le sanzioni per l'operatore incaricato del controllo e manutenzione ammontano a un minimo di 300 euro a un massimo di 1.800 euro. La sanzione amministrativa per il responsabile dell'annuncio immobiliare ammonta a un minimo di 500 euro a un massimo di 3.000 euro.
vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
E arriva una condanna Ue per l'attestato energetico

del 14/06/2013

L'Italia non ha recepito correttamente la direttiva Ue del 2002 sul rendimento energetico nell'edili...

Bonus ristrutturazioni anche se varia la sagoma dell’edificio

del 04/02/2014

Il bonus ristrutturazioni - prorogato al 31 dicembre 2014 nella misura del 50% per una spesa massim...

Operativo il finanziamento casa di Cassa depositi

del 05/03/2014

In vigore da oggi il plafond casa. Grazie a un'accordo siglato con Cassa depositi e prestiti, sarà...