Consulenza o Preventivo Gratuito

Patenti, rinnovi esteri validi pure in Italia

del 11/06/2013
di: Stefano Manzelli
Patenti, rinnovi esteri validi pure in Italia
Chi abita all'estero per più di sei mesi e rinnova la patente di guida italiana tramite le autorità diplomatiche deve ricordarsi di esibire alla motorizzazione e alla polizia il tagliando di rinnovo al momento del rientro in Italia. Diversamente l'interessato corre il rischio di vedersi recapitare un provvedimento di revisione delle patente per mancato uso prolungato della propria licenza oppure di farsi sanzionare per circolazione con patente scaduta. Lo ha ribadito il ministero dell'interno con circolare 300/A/4399/13/109/16 del 4/6/2013. La nota evidenzia l'opportunità di esibire il rinnovo consolare della patente al momento della presentazione dell'interessato agli sportelli della motorizzazione. In pratica le autorità diplomatiche potranno accertare il mantenimento delle condizioni psico-fisiche dei titolari di normali patenti italiane dimoranti all'estero per più di sei mesi. Successivamente questa attestazione andrà esibita alla motorizzazione al rientro in Italia. Ma anche in strada alla polizia stradale: questo documento medico ottenuto all'estero permetterà di circolare in regola al titolare di patente nazionale rientrato in Italia «fino al riottenimento della residenza e alla conferma della validità da parte dei sanitari».

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Tir, serve il doppio esame per gli autisti indisciplinati

del 26/01/2013

L'autotrasportatore che subisce la decurtazione totale del punteggio disponibile sulla carta di qual...

Impugnazione multe: l'appello con rito ordinario

del 07/02/2013

Rito ordinario per l'appello contro le sentenze del giudice di pace sulle multe. L'impugnazione si p...

Autovelox: previa autorizzazione sì al box ovunque

del 12/02/2013

Il prefetto può autorizzare l'uso dei vigili elettronici solo su certe strade con esclusione della s...