Consulenza o Preventivo Gratuito

Niente recesso anticipato nello studio professionale

del 31/05/2013
di: Debora Alberici
Niente recesso anticipato nello studio professionale
Il titolare dello studio non può recedere anticipatamente dal contratto di associazione in partecipazione se viene a mancare la fiducia con il professionista associato. Unico motivo del recesso anticipato è l'inadempimento. In questi casi è quindi dovuto all'associato il risarcimento del danno. Tuttavia, nel caso in cui non vengano corrisposti gli utili prodotti questi devono essere restituiti ma non sono suscettibili di rivalutazione monetaria. È quanto affermato dalla Corte di cassazione che, con la sentenza n. 13649 del 30 maggio 2013, ha affermato due nuovi principi. In particolare la prima sezione civile ha accolto il ricorso principale di due ingeneri, associati in partecipazione a uno studio che chiedevano il risarcimento del danno al dominus per il recesso anticipato dal contratto a tempo basato sul venir meno della fiducia. Lui si era difeso sostenendo che con i due colleghi più giovani era venuto a mancare l'elemento fiduciario. Una tesi, questa, che ha convinto la Corte d'Appello di Caltanissetta la cui decisione, però, è stata completamente ribaltata in sede di legittimità. Sul punto i Supremi giudici hanno affermato che «il contratto di associazione in partecipazione stipulato per un periodo di tempo determinato non è un contratto basato sull'elemento della fiducia e non è pertanto consentito il recesso unilaterale anticipato». In altri termini, questo tipo di accordo non può essere sciolto anticipatamente a iniziativa unilaterale di una parte. Sul fronte degli utili non corrisposti la Cassazione ha invece affermato che questi costituiscono un'obbligazione pecuniaria alla quale è applicabile il principio nominalistico con la conseguenza che non sono suscettibili di rivalutazione monetaria.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Da febbraio anche i senz'albo trovano una casa

del 24/01/2013

Riforma dei senz'albo in dirittura d'arrivo in Gazzetta Ufficiale. La legge approvata il 19 dicembre...

In agenda politica scompaiono i professionisti

del 24/01/2013

In Italia c'è un settore economico che, nonostante la crisi e la burocrazia, continua a dare segnali...

Richieste di scioglimento: ordini professionali litigiosi

del 25/01/2013

Ordini professionali sempre più litigiosi. Nel 2012 le polemiche sulle elezioni non hanno riguardato...