Consulenza o Preventivo Gratuito

La confisca sul profitto anche col patteggiamento

del 29/05/2013
di: La Redazione
La confisca sul profitto anche col patteggiamento
Giro di vite sull'evasione Iva. La confisca sul profitto del reato e cioè sull'intero ammontare dell'imposta evasa può essere disposta anche in caso di patteggiamento. Lo ha sancito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 22975 del 28 maggio 2013, ha accolto il ricorso della Procura di San Benedetto del Tronto.

In altri termini, ha chiarito la terza sezione penale, l'accordo con il giudice non può assolutamente compromettere le pene accessorie.

Sono molti i principi di diritto applicati a questa vicenda che vede coinvolto un imprenditore con l'accusa di evasione Iva. Il contribuente aveva patteggiato accordandosi anche sulla confisca che non avrebbe dovuto essere disposta.

La Cassazione ha ritenuto che questo non sia possibile. Ciò perché, si legge in sentenza, le parti, nel c.d. «patteggiamento», non possono vincolare il giudice con un accordo avente ad oggetto anche le pene accessorie, le misure di sicurezza o la confisca, atteso che le suddette misure sono fuori dalla loro disponibilità, e, nel caso in cui l'accordo riguardi anche esse, il giudice non è obbligato a recepirlo o non recepirlo per intero, rimanendo vincolato soltanto con riguardo alle parti dell'accordo riguardanti elementi in disponibilità delle parti.

Non solo. Ad avviso del Collegio di legittimità, l'integrale rinvio alle disposizioni di cui all'art. 322 ter del codice penale, contenuto nell'art. 1, comma 143, della legge n. 244 del 2007, consente di affermare che, con riferimento al reati tributari, trova applicazione non solo il primo ma anche II secondo comma della norma codicistica, potendosi, di conseguenza, applicare l'istituto della confisca per equivalente non soltanto in relazione al prezzo, ma anche al profitto del reato.

E ancora, ricordano i Supremi giudici, il profitto del reato coincide con l'ammontare dell'Iva evasa.

Come se non bastasse, inoltre, in caso di confisca obbligatoria, a nulla rileva il fatto che la misura non sia stata preceduta dal sequestro preventivo dei beni che ne verranno a formare oggetto, dovendo l'accertamento sul punto essere effettuato nel giudizio di merito ai sensi della disposizione citata, o, altrimenti, nella fase esecutiva ai sensi dell'art. 676 cpp.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Cassette sicurezza facilitate senza imposta di registro

del 25/01/2013

Apertura cassette di sicurezza del de cuius senza imposta di registro. Per il verbale che il notaio...

L'elaborazione dei dati fiscali non è attività riservata

del 26/01/2013

L'attività di elaborazione dati ai fini fiscali non è attività riservata. Pertanto, può essere svolt...

Niente esenzione: anche l'esercito può pagare l'Ici

del 30/01/2013

Il ministero della difesa paga l'Ici sugli immobili se non sono più utilizzati per finalità istituzi...