Consulenza o Preventivo Gratuito

Enpacl, agevolazioni online consulenti del lavoro

del 21/03/2013
di: La Redazione
Enpacl, agevolazioni online consulenti del lavoro
Sul sito della cassa di previdenza dei consulenti del lavoro (www.enpacl.it) è disponibile un apposita procedura telematica per le «Agevolazioni riservate ai nuovi iscritti dal 2009 e ai pensionati». Il nuovo regolamento di previdenza e assistenza dell'ente, infatti, prevede specifiche agevolazioni nel pagamento della contribuzione soggettiva in favore di alcune categorie di iscritti.

I giovani che si siano iscritti per la prima volta dal 2009 con età inferiore ai 35 anni versano il contributo soggettivo nella misura ridotta del 50% (ossia 6% del reddito professionale con un minimo di euro 1.020). Ai fini della riduzione non è necessaria alcuna richiesta. Sarà applicata d'ufficio. È prevista, comunque, la possibilità di versare la contribuzione soggettiva nella misura intera (ossia 12% del reddito professionale con un minimo di euro 2.040). Questo perché, con il nuovo metodo di calcolo delle pensioni di tipo contributivo, versare il contributo dimezzato oppure intero ai fini pensionistici fa la sua differenza.

I pensionati di vecchiaia e vecchiaia anticipata (già anzianità) che siano rimasti iscritti all'ente, versano il contributo soggettivo nella misura intera (ossia 12% del reddito professionale con un minimo di euro 2.040). Possono chiedere, tuttavia, di versare l'aliquota ridotta del 50% (ossia 6% del reddito professionale con un minimo di euro 1.020). In tal caso, la riduzione contributiva decorre dal mese successivo a quello della richiesta. Coloro che al 31 dicembre 2012 già avevano optato per il pagamento del contributo soggettivo previsto per la ex prima fascia di anzianità non dovranno presentare alcuna istanza: il dimezzamento sarà applicato d'ufficio.

In base all'articolo 37 del regolamento di previdenza e assistenza, anche i consulenti del lavoro iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria dovranno corrispondere all'ente la contribuzione soggettiva nella misura intera (ossia 12% del reddito professionale con un minimo di euro 2.040). A partire dall'anno 2013, infatti, non sussiste più la facoltà di riduzione al 50% in favore di tali soggetti.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Da febbraio anche i senz'albo trovano una casa

del 24/01/2013

Riforma dei senz'albo in dirittura d'arrivo in Gazzetta Ufficiale. La legge approvata il 19 dicembre...

In agenda politica scompaiono i professionisti

del 24/01/2013

In Italia c'è un settore economico che, nonostante la crisi e la burocrazia, continua a dare segnali...

Richieste di scioglimento: ordini professionali litigiosi

del 25/01/2013

Ordini professionali sempre più litigiosi. Nel 2012 le polemiche sulle elezioni non hanno riguardato...