Consulenza o Preventivo Gratuito

Il Quarto conto energia ancora valido per le p.a.

del 07/02/2013
di: Cinzia De Stefanis
Il Quarto conto energia ancora valido per le p.a.
Il Quarto conto energia è ancora attivo, ma solo per le pubbliche amministrazioni. Che possono accedere ancora alle tariffe incentivanti maggiorate, rispetto al quinto conto attualmente in vigore. In particolare, agli impianti realizzati su edifici e su aree delle amministrazioni pubbliche, entrati in esercizio entro il 31 dicembre 2012, continua ad applicarsi il quarto conto energia, come disposto dall'articolo 1, 4° comma, lettera c) del dm 5 luglio 2012 (c.d. Quinto conto energia). A chiarire il tutto è un comunicato stampa del Gse del 5 febbraio scorso. Il Gse spiega che la legge n. 228/2012 (art. 1, comma 425 della cosiddetta legge di Stabilità 2013) ha ulteriormente prorogato il termine del 31/12/2012.

Le pubbliche amministrazioni possono accedere quindi alle tariffe del quarto conto energia fino:

- al 31 marzo 2013, purché a tale data l'impianto sia stato debitamente autorizzato;

- al 30 giugno 2013, purché l'impianto, al 31 marzo 2013, sia stato debitamente autorizzato e sottoposto alla procedura di Via, di cui al dlgs n.152/2006;

- al 30 ottobre 2013 nel caso di impianti sottoposti alla procedura di Via di cui al dlgs 152/2006 e che siano stati autorizzati successivamente al 31 marzo 2013.

Gli impianti con data di entrata in esercizio successiva al 31 dicembre 2012 accederanno alle tariffe incentivanti del quarto conto energia relative all'anno 2013 riportate all'allegato 5 del dm 5 maggio 2011. Si precisa infine che: gli edifici e le aree dove sono ubicati gli impianti devono essere di proprietà delle amministrazioni pubbliche già alla data di entrata in esercizio dell'impianto e per tutta la durata del periodo di incentivazione; il soggetto responsabile dell'impianto può essere un soggetto terzo a cui è conferito un diritto reale o personale di godimento. Il Gse ricorda, altresì, che la possibilità di accedere al conto energia con le tariffe del quarto concessa alle pubbliche amministrazioni, dipende comunque dalla durata del budget (6,7 miliardi di euro l'anno) a disposizione del quinto conto energia.

vota  
STUDI COMPETENTI IN MATERIA
SULLO STESSO ARGOMENTO
Consumi energitici edilizi bacchettati dall'Ue

del 29/01/2013

La Commissione Ue chiede all'Italia di adottare misure nazionali per il recepimento della direttiva...

Fotovoltaico vietato vicino aller riserve naturali

del 29/01/2013

No alla realizzazione di un parco fotovoltaico nelle aree di protezione attorno alle riserve natural...

Veicoli ecologici, c'è il sito dedicato per l'incentivo

del 08/02/2013

Incentivi per veicoli ecologici: è online il sito del Mise www.bec.mise.gov.it dedicato alle agevola...