Consulenza o Preventivo Gratuito

Igiene precaria? Residenza ugualmente possibile

del 26/01/2013
di: Stefano Manzelli
Igiene precaria? Residenza ugualmente possibile
La mancanza dei requisiti igienico sanitari di un'abitazione non preclude la possibile fissazione della residenza anagrafica da parte dell'interessato. Le uniche pregiudiziali in tal senso sono infatti previste solo per i cittadini stranieri che richiedono il ricongiungimento familiare. Lo ha evidenziato il ministero dell'interno con la circolare n. 1 del 14 gennaio 2013. Il dicastero ha richiesto un parere al Consiglio di stato che si è espresso con la nota n. 4849/2012. In particolare al collegio sono stati evidenziati i dubbi di alcuni sindaci sulla possibilità di richiedere ai cittadini interessati all'iscrizione anagrafica (ed in particolare agli stranieri) documentazione integrativa attestante la sussistenza dei requisiti igienico sanitari dell'immobile. A parere del Consiglio di stato la vicenda igienico sanitaria è estranea alle funzioni dell'ufficiale d'anagrafe. In buona sostanza gli organi di vigilanza hanno facoltà di effettuare anche controlli igienico-sanitari ma l'esito di queste verifiche non può ordinariamente interferire con l'iscrizione anagrafica dei richiedenti. A maggior ragione non si può certo limitare questo tipo di accertamento condizionato agli stranieri. Per quanto riguarda la disciplina di questa categoria di soggetti occorre fare riferimento al comma 19 dello stesso articolo 1della legge 94/2009 il quale dispone che «lo straniero che richiede il ricongiungimento deve dimostrare la disponibilità di un alloggio conforme ai requisiti igienico-sanitari, nonché di idoneità abitativa, accertati dai competenti uffici comunali». In pratica per ottenere il nulla osta dalla questura lo straniero che intende ricongiungersi con un proprio parente o con il coniuge deve dimostrare la disponibilità di un alloggio idoneo sia dal punto di vista dimensionale che strutturale.

©Riproduzione riservata

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Locazioni abusive consumate? non provano nulla

del 26/01/2013

La dichiarazione di consumata locazione abusiva, che il conduttore denuncia alle Fiamme gialle (o al...

Casa, requisiti per uno ma benefici fiscali per due

del 07/02/2013

In caso di comunione legale dei beni, i benefici fiscali connessi con l'acquisto della prima casa sp...

La cedolare secca aiuta le locazioni

del 23/05/2013

La cedolare secca ha incrementato i contratti di locazione. Dal 2010 sono infatti aumentati del 15%,...