Consulenza o Preventivo Gratuito

La disciplina fiscale del Trust

del 28/12/2010

La disciplina fiscale del Trust

"Il trust si sostanzia in un negozio giuridico fondato sul rapporto di fiducia tra disponente (settlor) e gestore (trustee). Il disponente trasferisce alcuni beni di sua proprietà al trust e designa un gestore che li amministra nell’interesse dei beneficiari, individuati in sede di costituzione del trust o in un momento successivo, o per uno scopo prestabilito. L’effetto principale dell’istituzione di un trust è la segregazione patrimoniale in virtù della quale i beni in trust costituiscono un patrimonio separato e autonomo rispetto al patrimonio del disponente, del trustee e dei beneficiari, con la conseguenza che tali beni non potranno essere escussi dai creditori di tali soggetti". Lo precisa, con apposita circolare, l’Agenzia delle Entrate in merito al regime fiscale del Trust, il negozio giuridico introdotto nell'ordinamento italiano con la legge finanziaria 2007. Il documento indica anche come il trust estero con beneficiari residenti sia assoggettato a tassazione analogamente ai trust italiani.

a cura della Redazione

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
La grande crisi delle vendite al dettaglio

del 26/07/2010

A Maggio sono calate le vendite al dettaglio sia della grande che della piccola distribuzione. A fa...

Aumentano le possibilità di staff-leasing

del 08/11/2010

La finanziaria 2010 ha aggiunto alle tipologie di lavori gestibili in ‘affitto’ l'ipotesi dei serviz...

Responsabilità da prodotto difettoso

Avv. Anna Lisa Bitetto del 29/08/2011

Il nuovo codice, finalizzato a riordinare ed esemplificare la normativa sulla tutela dei consumatori...