Consulenza o Preventivo Gratuito

Estate in privacy: il decalogo del Garante per un’estate sicura

del 25/07/2017

Estate in privacy: il decalogo del Garante per un’estate sicura

Ecco il decalogo estate in privacy, pubblicato dal Garante per la Privacy per aiutare nella tutela della riservatezza dei dati personali e sensibili anche durante la stagione estiva. Scopriamo le 10 semplici regole da seguire per un’estate a prova di privacy.

Estate in privacy: attenti a social e informazioni

1. Nella stagione calda, non esporsi troppo con selfie e foto: anche se di solito in vacanza si scattano molte foto, è bene tutelare le altre persone che vi potrebbero comparire, chiedendo il permesso prima di inserire tag che permettano di identificarli. Un’attenzione particolare va posta poi verso i minori, dei quali sarebbe meglio non pubblicare (o limitare al massimo) le immagini.

2. Geolocalizzati? No, grazie. Le opzioni di geolocalizzazione possono essere utili, ma andrebbero disattivate dopo l’effettivo utilizzo, su ogni tipo di dispositivo o social network.

3. I "social-ladri" non vanno mai in vacanza: i ladri non vanno in vacanza; meglio evitare di scrivere sui social dove si andrà e per quanto tempo si rimarrà assenti, per evitare che i ladri sappiano per quanto tempo l’abitazione sarà incustodita.

4. Non dimenticare di mettere la privacy in valigia: anche durante le vacanze, non è buona abitudine condividere sui social i propri contenuti con chiunque. Meglio restringere le comunicazioni ad una cerchia di persone, evitando di accettare proposte di amicizia dagli sconosciuti.

5. Attenzione ai "pacchi": le offerte a prezzi troppo scontati, soprattutto sui pacchetti vacanza, potrebbero nascondere brutte soprese, nascondendo tentativi di furto di dati sensibili, virus, software spia o tentativi di phishing. 

Estate in privacy: app e wi-fi con moderazione

6. App-prova di estate. Attenzione alle app, che d’estate possono rivelarsi molto utili, ma nascondere anche virus o software indesiderato. È bene scaricarle solo dai siti di app ufficiali per il proprio sistema operativo e leggere le recensioni degli altri utenti.

7. Per chi non può proprio vivere senza wi-fi. Una rete wi-fi, magari in spiaggia o in hotel, può essere comoda, ma non garantisce la protezione dei dati. È quindi sconsigliato utilizzare le reti wi-fi per operazioni importanti, come quelle bancarie o per gli acquisti.

8. Scegliere una protezione alta per non rimanere "scottati". In vacanza è bene proteggere i propri dispositivi mobili aggiornando (o installando) antivirus e sistemi di protezione.

9. Smartphone e tablet pronti a "partire". Prima della partenza, effettuate un backup di tutti i dati importanti e cancellate le credenziali di acceso salvate sui dispositivi, che potrebbero essere utilizzati in caso di furto con danni anche gravi.

10. Per navigare tranquilli nel mare dei messaggi: anche in vacanza è bene fare attenzione alla provenienza dei messaggi, evitando di rispondere a quelli provenienti da mittenti non conosciuti.

Per un’estate in privacy il Garante dà un ultimo suggerimento applicabile ad ogni campo: anche in rete, il buon senso è la prima regola!

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Corrispondenza riservata

del 19/07/2010

Tribunale di Monza - Giudice Monocratico Pastore - 07/10/09 - ART. 616 C.P. Non è rilevante penalm...

Telecamere vietate in condominio

del 29/12/2010

Vietata la videosorveglianza condominiale per la tutela dell'incolumità delle persone e delle cose d...

Privacy, stop alle chiamate mute

la Redazione del 15/04/2014

Di cosa stiamo parlando? Sarà capitato a tutti di ricevere chiamate alle ore più impensabili che...