Consulenza o Preventivo Gratuito

Rottamazione cartelle Equitalia: inizio della seconda fase

del 29/06/2017

Rottamazione cartelle Equitalia: inizio della seconda fase

Dopo la scadenza dei termini per la richiesta, prende il via la seconda fase della rottamazione cartelle Equitalia. Scopriamo cosa avverrà ora e come devono procedere coloro che avevano presentato una richiesta di estinzione del debito con l’ente esattoriale.

Rottamazione cartelle Equitalia: in arrivo le comunicazioni

Dopo aver analizzato le richieste per la cosiddetta rottamazione dei debiti non ancora estinti, Equitalia avrebbe dovuto inviare la risposta alle domande ricevute. Utilizziamo il condizionale in quanto il termine previsto per l’invio era lo scorso 15 giugno, data alla quale però molti contribuenti non avevano ancora ricevuto una risposta.

Equitalia ha comunicato che le lettere di riscontro alle domande effettuate sono già state inoltrate; tutti i contribuenti dovrebbero quindi riceve a giorni l’esito dei procedimenti.

Sono state invece certamente ricevute le risposte per gli utenti che avevano comunicato un indirizzo di posta elettronica certificata. In entrambi i casi comunque è possibile verificare l’esito delle domande nell’area riservata del sito Equitalia, al quale si accede tramite registrazione.

Rottamazione cartelle Equitalia: come procedere

Una volta ricevuto l’esito della richiesta di rottamazione cartelle Equitalia, il contribuente deve saldare il debito residuo entro il 31 luglio, o la prima rata in caso di richiesta di rateazione.

La comunicazione inviata potrebbe però avere anche esito negativo; infatti la lettera dell’ente di riscossione contiene cinque possibili risposte, codificate come segue:

·  AT: richiesta accolta totalmente

·  AP: richiesta accolta solo parzialmente (secondo le modalità indicate)

·  AD: debito assente, il contribuente non deve cioè pagare nulla

·  AX: sono presenti solo debiti non rottamabili

·  RI: richiesta rifiutata

Per i primi due casi, il contribuente impossibilitato a versare totalmente o parzialmente quanto stabilito avrà una possibilità ulteriore. Infatti Equitalia ha creato il servizio ContiTu, che consiste in una piattaforma presente sul sito dell’ente, che consente al contribuente moroso di rivedere il debito residuo, rateizzando in maniera diversa quanto dovuto. In pratica il contribuente potrà scegliere di pagare anche solo parte del debito.

Il servizio sarà attivo a partire dai primi giorni del mese di luglio (salvo ulteriori proroghe), esclusivamente per coloro i quali la richiesta di rottamazione non è stata rifiutata, in parte o totalmente.

Ricordiamo infine che il mancato pagamento del saldo o della prima rata comporta il decadimento dal beneficio della rottamazione e che di conseguenza l’ente potrà procedere all’iter di riscossione, come previsto dalla normativa in vigore.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Equitalia: dilazione dei pagamenti delle somme iscritte a ruolo

Rag. Romana Romoli del 01/02/2012

In presenza di cartelle di pagamento per somme iscritte a ruolo, dopo le opportune verifiche che la...

Fisco: in arrivo i rimborsi Iva per le imprese

Dott. Davide Andreazza del 15/05/2012

E’ di questi giorni la notizia, diffusa tramite un Comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate, sec...

Niente più certificati alla Pubblica Amministrazione

Dott. Roberto Fedegari del 24/01/2012

Con direttiva 14/2011 del 22/12/2011 il Ministro della Funzione Pubblica, Filippo Patroni Griffi, pr...