Consulenza o Preventivo Gratuito

Addio roaming: stop ai costi telefonici aggiuntivi dall’estero

del 27/06/2017

Addio roaming: stop ai costi telefonici aggiuntivi dall’estero

Lo scorso 15 giugno è stato il giorno del definitivo addio roaming. Scopriamo cosa cambia per il traffico telefonico dall’estero.

Addio roaming: le novità già attive

Come detto, pochi giorni fa è scattato il definitivo addio ai costi aggiuntivi per il traffico telefonico dai cellulari all’estero. Per la precisione sarebbe però più corretto parlare di uno stop ai costi nell’Unione Europea, in quanto al di fuori del vecchio continente le tariffe aggiuntive continueranno ad essere applicate come prima della data di stop.

Il provvedimento deriva da una disposizione della UE che ha previsto la possibilità di utilizzare gli operatori telefonici attivi nel paese estero, con tariffe analoghe e quelle domestiche. Il cliente non dovrà quindi fare nulla, ma è bene fare attenzione ad alcune limitazioni.

Addio roaming: i costi all’estero

Nonostante l’addio roaming è bene considerare alcuni fattori che potrebbero comunque portare al pagamento di costi telefonici aggiuntivi.

Innanzitutto, come detto, lo stop ai costi aggiuntivi è valido solo per i paesi dell’area UE e cioè per i paesi aderenti all’Unione, con in aggiunta Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

In secondo luogo l’assenza di costi aggiuntivi riguarda le chiamate e gli SMS, ma per quanto riguarda il traffico dati (cioè l’utilizzo della rete internet), potrebbero essere previste elle limitazioni, anche per chi ha un piano di navigazione illimitato.

L’operatore con la quale si ha sottoscritto la tariffa dovrebbe comunque comunicare eventuali limitazioni o costi aggiuntivi al momento del raggiungimento dello stato estero.

La cancellazione dei costi aggiuntivi è prevista però solo le permanenze temporanee; infatti gli operatori potranno verificare il tempo effettivo di permanenza all’estero. In caso di superamento di quattro mesi di permanenza, l’utente potrà essere contattato per chiarimenti in merito e potranno di conseguenza essere applicati costi aggiuntivi per l’utilizzo del telefono all’estero.

Mentre scriviamo le compagnie telefoniche che operano in Italia hanno già preso provvedimenti in merito all’abolizione dei costi che è del tutto effettiva. Per la precisione già al momento dell’annuncio della cancellazione dei costi di roaming, alcune di esse avevano provveduto con l’abolizione dei costi e con la creazione di tariffe speciali destinati ai viaggi di breve e media durata.

In caso di dubbio sulle eventuali limitazioni per l’uso all’estero di tablet e cellulari, invitiamo a contattare il servizio clienti della propria compagnia telefonica.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Le novità in tema di sicurezza dei prodotti

del 08/07/2010

La direttiva 2001/95/CE, anche nota come “General Product Safety Directive” o “GPSD”, è stata recepi...

Stop ai fosfati nei detersivi per il bucato

del 05/11/2010

Stop ai fosfati nei detersivi per il bucato: lo prevede un regolamento della Commissione europea che...

Dal Made in Italy al “Made in” europeo

del 08/11/2010

Il Parlamento Europeo nella seduta plenaria del 21 ottobre 2010 ha approvato, a larghissima maggiora...