Consulenza o Preventivo Gratuito

Separazione e figli: i rapporti dei minori con i partner dei genitori

del 20/06/2017

Separazione e figli: i rapporti dei minori con i partner dei genitori

Affrontiamo oggi una questione piuttosto frequente in merito a separazione e figli e cioè la richiesta da parte di un genitore di impedire che i figli frequentino il nuovo partner dell’ex coniuge.

Separazione e figli: quando il nuovo partner è parte della famiglia

Una recente sentenza emessa dal Tribunale di Milano ha riparto la questione in merito ai rapporti tra i figli ed i nuovi partner. In particolare il tribunale meneghino ha affrontato il caso di un padre che non voleva che i figli frequentassero il nuovo compagno dell’ex moglie.

Il tribunale ha deciso che la frequentazione non può essere impedita, soprattutto nel caso specifico in cui il rapporto tra la coppia è fortemente consolidato. Nel caso trattato dal Tribunale inoltre, non solo il rapporto è consolidato, ma i bambini sono molto affezionati al nuovo compagno della donna e al figlio che questi hanno avuto, al quale i bambini sono legati come ad un fratello.

Separazione e figli: l’interesse dei figli nelle nuove relazioni

Il caso a cui abbiamo fatto riferimento è ovviamente molto specifico, ma permette di generalizzare anche ad altri casi di separazione e figli.

Il tribunale di Milano prima della decisione che ha condotto alla sentenza, ha appurato quali fossero i reali rapporti tra i bambini e il nuovo compagno della madre, rilevando che i bambini avevano ormai accettato la presenza dell’uomo. Inoltre è stato precisato che anche la donna ha tutto il diritto di coinvolgere i figli nella nuova relazione e per questo motivo la richiesta del padre è stata del tutto rigettata.

Più in generale possiamo quindi dedurre che la frequentazione del nuovo compagno del genitore è un diritto del bambino quando questa apporta un beneficio alla vita del minore; nell’esempio citato i bambini sono avvantaggiati dalla frequentazione dell’uomo, in quanto hanno modo di essere partecipi di un momento importante della vita della madre.

Diverso sarebbe stato invece il caso in cui il coinvolgimento dei bambini nella relazione avesse causato motivi di sofferenza o di malcontento per i minori.

È bene ricordare come ogni caso specifico debba essere necessariamente valutato singolarmente, ma come il principio del benessere dei minori sia il punto cardine sul quale si basano le decisioni in merito alle separazioni nelle quali siano coinvolti i figli, soprattutto se molto piccoli. 

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Separazione dei coniugi: il diritto di visita dei nonni

del 08/07/2010

Una delle innovazioni più importanti dell’ultima riforma del diritto di famiglia è rappresentata da...

Corrispondenza riservata

del 19/07/2010

Tribunale di Monza - Giudice Monocratico Pastore - 07/10/09 - ART. 616 C.P. Non è rilevante penalm...

Le crisi coniugali nelle unioni di lunga durata

del 23/07/2010

Da ricerche Istat presso le cancellerie dei 165 tribunali civili italiani, su 1000 matrimoni 286 fin...