Consulenza o Preventivo Gratuito

Avvocati: assicurazione obbligatoria anche nelle consulenze

del 20/06/2016

Avvocati: assicurazione obbligatoria anche nelle consulenze

Dopo l'introduzione dell'obbligo di assicurazione per lo svolgimento dell'attività di avvocato, molti dubbi sono stati sollevati sulla necessità di un'assicurazione nelle attività di consulenza. Chiariamo questo aspetto del nuovo obbligo di legge.

L'assicurazione per gli avvocati è sempre obbligatoria

Nonostante l'obbligo non sia ancora operativo (dovrà infatti trascorrere un anno dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale per la piena operatività), è un dato certo la necessità per gli avvocati di tutelarsi per eventuali problemi derivanti dall'esercizio della professione. Dopo aver ottenuto il parere positivo dei soggetti interessati infatti, la nuova legge che prevede l'assicurazione obbligatoria sulla responsabilità è pronta per essere attuata. A partire dal 2017 quindi tutti gli avvocati, a prescindere dal settore di competenza, saranno in grado di garantire un eventuale risarcimento per errori professionali e problematiche delle quali sia accertabile la responsabilità diretta.

L'assicurazione per gli avvocati nel caso delle consulenze

L'obbligo dell'assicurazione è stato chiaro da comprendere fin dall'ipotesi di introduzione, che risale a quattro anni fa, cioè successivamente alla riforma forense. Ciò che invece ha dato adito a diverse interpretazioni è l'obbligo di assicurazione per quanto riguarda le attività non strettamente giudiziali, come ad esempio le consulenze. In realtà la polizza assicurativa non si limiterà alla copertura di questi due aspetti, ma dovrà garantire l'assicurazione dell'avvocato in ogni tipo di attività connessa alla professione e più in generale alle attività dello studio legale. 

Entrando nello specifico della relativa legge, analizziamo quali sono le attività che la rendono necessaria.

Uno dei campi meno noti dell'obbligo di copertura è quello relativo alle attività stragiudiziali derivanti dalle recenti riforme, come per esempio le procedure di arbitrato, di mediazione e la negoziazione assistita

L'assicurazione, anche nei casi appena citati, non coprirà solo la fase processuale o relativa alla discussione dei casi, ma anche tutte le attività correlate, come per esempio le consulenze o tutto ciò che riguarda le notifiche. Secondo quanto stabilito sarà quindi coperta da assicurazione ogni tipologia di consulenza, anche nel caso in cui si verifichi la presenza di colpa grave o di comportamenti dolosi da parte dell'avvocato. 

Per quanto riguarda i soggetti che potranno richiedere il risarcimento in caso di consulenze o di altro tipo di intervento legale, la copertura non si limiterà solo all'assistito, ma anche ad eventuali soggetti terzi e ai beni materiali, come nel caso di affidamento al legale di preziosi, documenti o titoli.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
La firma elettronica per le operazioni notarili

del 20/07/2010

Attraverso la firma elettronica si potranno firmare gli atti delle operazioni notarili per quanto ri...

Severe norme per i Commercialisti

del 20/07/2010

Anche per i Commercialisti è in arrivo una “stretta” dal regolamento disciplinare se non pagano la...

Riaddebito di spese tra professionisti

del 16/09/2010

La Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro ha emesso un parere che precisa le modalità di trattam...