Consulenza o Preventivo Gratuito

In arrivo l'arbitro finanziario per la tutela dei risparmiatori

del 26/05/2016

In arrivo l'arbitro finanziario per la tutela dei risparmiatori

Prodotti finanziari ad alto rischio venduti a semplici risparmiatori e soldi investiti in banche in crisi sono solo gli ultimi aspetti di cronaca che coinvolgono banche, finanza e piccoli risparmiatori. A tutela dei risparmiatori può però intervenire l'arbitro finanziario. Scopriamo chi è e di cosa si occupa questa figura.

Chi è l'arbitro finanziario

L'arbitro finanziario è una figura di garanzia istituita per tutelare i cittadini nelle dispute con le banche in merito a investimenti e prodotti finanziari. In realtà il ruolo non viene svolto da una singola persona, ma da un collegio di esperti coordinati dalla Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa), la società che vigila sulla correttezza delle operazioni borsistiche, societarie e finanziarie in genere. Il collegio sarà composto da cinque membri e potrà essere interpellato in caso di controversie tra risparmiatori e istituti bancari.

Come funziona l'arbitrato giudiziario e a chi si rivolge?

Il caso più tipico di possibile intervento dell'arbitro finanziario è un investimento su un prodotto ad alto rischio, come ad esempio un bond, da parte di un risparmiatore, che perde in seguito tutta la cifra investita. In questo caso il risparmiatore può rivolgersi all'arbitro finanziario se ritiene di non essere stato correttamente informato da parte della banca in merito alle caratteristiche e ai rischi del prodotto sottoscritto.

Oltre all'esempio citato, l'arbitro finanziario ha la possibilità di intervenire ogni qualvolta si verifichi una mancanza di trasparenza, correttezza e informazione nel rapporto tra consumatore e banca. 

Gli istituti bancari, così come chiunque propone prodotti di investimento diretti ai risparmiatori saranno obbligati ad aderire al nuovo procedimento di arbitrato, il cui obiettivo finale è quello di evitare i procedimenti giudiziari, spesso lunghi ed onerosi per il piccolo risparmiatore. 

Come anticipato la figura dell'arbitro finanziario sarà introdotta in forma definitiva nei prossimi mesi, presumibilmente dopo il mese di luglio. Tuttavia è certa la sua introduzione effettiva, determinata anche dalla necessità per l'Italia di adeguarsi alla normativa europea che già da tempo prevede la presenza di questa figura a tutela dei piccoli investitori e risparmiatori. L'accesso al servizio di arbitrato sarà gratuito per tutti i cittadini e l'arbitro avrà fino a 90 giorni di tempo per valutare la pratica e comunicare l'accettazione o il rifiuto della controversia.

La figura dell'arbitro finanziario è simile a quella dell'arbitro bancario-finanziario, già introdotta da Bankitalia, nonostante diversi siano gli ambiti di intervento specifici.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Le novità in tema di sicurezza dei prodotti

del 08/07/2010

La direttiva 2001/95/CE, anche nota come “General Product Safety Directive” o “GPSD”, è stata recepi...

Stop ai fosfati nei detersivi per il bucato

del 05/11/2010

Stop ai fosfati nei detersivi per il bucato: lo prevede un regolamento della Commissione europea che...

Dal Made in Italy al “Made in” europeo

del 08/11/2010

Il Parlamento Europeo nella seduta plenaria del 21 ottobre 2010 ha approvato, a larghissima maggiora...