Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoro: come si attivano i voucher?

del 21/03/2016

Lavoro: come si attivano i voucher?

La modalità di pagamento delle prestazioni lavorative di tipo accessorio da un po' di tempo può avvenire tramite i voucher lavoro, una tipologia di pagamento che comprende il versamento dei contributi INPS e dell'assicurazione INAIL.

Cosa sono i voucher lavoro

I voucher lavoro, detti anche più comunemente buoni lavoro, sono una modalità di pagamento pensata per la retribuzione di lavori accessori, che diversamente rischierebbero di alimentare il cosiddetto lavoro in nero. Essi possono essere ricevuti da chiunque, compresi lavoratori dipendenti, studenti, disoccupati e pensionati, a patto che il loro importo complessivo non superi la soglia limite di 9.333 euro annui. 

I buoni lavoro sono disponibili in tagli diversi a partire da 10 euro; la cifra non rappresenta però l'importo che effettivamente potrà essere riscosso dal lavoratore, in quanto a l valore del buono vanno sottratti i contributi INPS e l'assicurazione INAIL, pari complessivamente al 20% del valore del voucher.

Come si attivano i voucher lavoro

L'acquisto dei voucher lavoro non è di per sé sufficiente a rendere utilizzabile questo strumento di pagamento. Il committente, cioè chi commissiona un lavoro al collaboratore occasionale, deve quindi attivare il voucher, con un procedimento molto semplice, effettuabile anche online. Il sito dell'INPS è stato infatti predisposto con un'area dedicata all'attivazione dei voucher lavoro, raggiungibile dal menu principale alla voce "lavoro accessorio".

Selezionando la voce "accesso alla procedura telematica" si accede alla pagina dedicata ai servizi online relativi a questo tipo di servizio. A questo punto il committente deve selezionare nell'area "attivazione voucher" la voce relativa alla tipologia di voucher acquistato, a seconda che esso sia stato emesso da Poste Italiane o dall'INPS

A questo punto è necessario inserire il codice fiscale del committente e in alternativa il codice di controllo del voucher o il numero identificativo del buono. Per quanto riguarda i voucher acquistati presso le Poste invece è necessario inserire il solo numero identificativo oltre al codice fiscale (non c'è quindi la doppia possibilità di inserimento). 

Alla stessa pagina è possibile inoltre registrare sia il committente sia il prestatore di lavoro, per poter avere accesso ai servizi riservati. In questo caso è necessario essere in possesso del PIN rilasciato dalla stessa INPS, valido per tutti i servizi del sito.

La pagina può inoltre essere utilizzata dal datore di lavoro per creare la registrazione di una nuova prestazione di lavoro, così come dai prestatori per verificare le prestazioni effettuate fino a quel momento.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Nel Lul ci va la retribuzione reale

Dott. Claudio Zaninotto del 28/12/2011

La risposta all’interpello proposto al Ministero del Lavoro dai colleghi consulenti del lavoro, in c...

Lavoro e stranieri: le ultime novità

Avv. Luca Failla del 02/01/2012

Con diversi provvedimenti sia di matrice nazionale sia di matrice comunitaria il lavoro degli strani...

Ho lavorato per un anno con contratto di collaborazione a progetto, ora l'azienda vorrebbe assumermi come apprendista: è corretto?

Dott. Claudio Zaninotto del 06/02/2012

Dipende. E’ senz’altro corretto se, nell’ipotesi di assunzione con qualifica di apprendista, l’attiv...