Consulenza o Preventivo Gratuito

Il ricambio generazionale? Ne esce sconfitto

del 11/11/2015

In base ai dati emersi da recenti indagini e ricerche nell’ambito aziendale, l’agognato ricambio generazionale tra le PMI italiane è fallito.

Dati di Confindustria dicono che “Il 12% di piccole e medie imprese a gestione familiare è arrivato alla terza generazione, solo il 25% degli imprenditori vede nei figli l’erede ideale”. Il problema e l’esigenza erano noti da tempo, almeno fin dai primi anni ’90 del secolo scorso, ma si è saputo fare poco per affrontarlo e vincere questa sfida. Per la verità ci sono anche dei casi d’eccellenza, dove il ricambio generazionale è stato affrontato, pianificato, ottenuto da “capitani d’azienda”, oggi ultra settantenni, che hanno agito con lungimiranza imprenditoriale, senso pratico e umiltà di fronte al mondo che cambiava.

Purtroppo molti giovani non hanno saputo o voluto percorrere la via dell’impegno e della responsabilità nell’azienda familiare. Passare da una leadership “padronale” del capo vecchio stampo, ad una leadership più condivisa, moderna, fondata sulla delega, è stato per molti imprenditori uno scoglio insormontabile. Senza dubbio hanno pesato su questa sconfitta, ormai persa in larga parte, anche i molti conflitti generazionali dovuti alle difficoltà di comunicazione in famiglia che si sono poi trasferite sul lavoro. In questo dato ha influito anche la debolezza di obbiettivi e propositi di troppi giovani, pur capaci, lasciati crescere nell’illusione.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Diritto del padre al congedo

Rag. Maurizio Cason Villa del 22/02/2012

Con una sentenza dello scorso 9 febbraio 2012 viene riconosciuto al padre il diritto di usufruire d...

Quasi povero un italiano su tre

Dottor Fabio Ferrara del 18/12/2013

La povertà è il nuovo spettro col quale il Paese deve fare i conti. Secondo quanto riportato dall’IS...