Consulenza o Preventivo Gratuito

Telecomunicazioni: ok alla black list dei morosi intenzionali

del 06/11/2015

Telecomunicazioni: ok alla black list dei morosi intenzionali

Cambiare operatore telefonico con il preciso intento di non pagare il dovuto è ciò che viene definito mancato pagamento intenzionale. Per ovviare a questo fenomeno, le compagnie di telecomunicazioni avevano ipotizzato la creazione di una banca dati, che ora è stata approvata dal Garante per la privacy.

Morosi: ok alla black list

Dopo l'ok del Garante per la tutela dei dati personali è stato dato il via alla creazione di un database che raccoglierà i dati dei mancati pagatori per motivi diversi da difficoltà economiche momentanee o eventuali dimenticanze. Il sistema è stato denominato "Sistema informativo sulle morosità intenzionali nel settore della telefonia" (S.I.Mo.I.Tel) e raccoglierà i dati di aziende, enti, associazioni e singoli utenti, con particolare riferimento alle inadempienze per pacchetti di abbonamenti che prevedono la fornitura di tablet, smartphone o altri dispositivi.

Anche per questa tipologia di abbonamenti combinati saranno però esclusi i pagamenti effettuati in ritardo o i mancati pagamenti occasionali. 

Come funziona la banca dati

Prima di attivare un nuovo contratto di fornitura, a prescindere dalla tipologia, l'operatore potrà consultare la banca dati e verificare se al nominativo della persona o della società corrispondano situazioni che fanno presupporre un'intenzionalità nei mancati pagamenti. La banca dati raccoglierà le informazioni fornite da tutti gli operatori telefonici che operano nel nostro paese e consentirà di contrastare il fenomeno detto di "turismo telefonico", cioè il passaggio ad un nuovo operatore con l'intenzione di trattenere gli eventuali dispositivi ricevuti, soprattutto se di valore economico elevato. La possibilità di consultazione del sistema potrebbe tradursi in un risparmio per gli utenti onesti, che talvolta sono costretti a far fronte a costi elevati necessari alle compagnie per la copertura di eventuali mancati pagamenti o restituzioni.

Il sistema tuttavia dovrà tutelare la privacy dell'utente; per questo motivo sarà vietato inserire dati sensibili, come ad esempio dati di natura giudiziaria, e le informazioni potranno essere relative ai soli mancati pagamenti. Per l'inserimento nel database, il mancato pagamento dovrà inoltre soddisfare tutte le condizioni seguenti:

  • risoluzione del contratto da almeno tre mesi
  • morosità superiore a 150 euro (per il singolo operatore)
  • mancato pagamento di sei fatture consecutive subito dopo la stipula del contratto
  • mancanza di altri contratti pagati regolarmente con lo stesso operatore telefonico 

L'iscrizione al sistema non potrà avvenire in automatico, ma il cliente dovrà essere avvertito tramite una comunicazione. I dati sui mancati pagamenti potranno essere conservati fino a tre anni, trascorsi i quali verranno cancellati in automatico dal sistema stesso.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
La grande crisi delle vendite al dettaglio

del 26/07/2010

A Maggio sono calate le vendite al dettaglio sia della grande che della piccola distribuzione. A fa...

Aumentano le possibilità di staff-leasing

del 08/11/2010

La finanziaria 2010 ha aggiunto alle tipologie di lavori gestibili in ‘affitto’ l'ipotesi dei serviz...

La disciplina fiscale del Trust

del 28/12/2010

"Il trust si sostanzia in un negozio giuridico fondato sul rapporto di fiducia tra disponente (settl...