Consulenza o Preventivo Gratuito

Mutuo ipotecario e detrazione degli interessi

del 21/07/2015

Nel caso che il mancato utilizzo dell’immobile quale dimora abituale non sia dipendente dalla volontà del contribuente, ma sia causato da ragioni di lavoro, è possibile continuare a considerare quale abitazione principale l’immobile, con la possibilità quindi di detrarre gli interessi passivi sul mutuo ipotecario contratto. 

È inoltre irrilevante la circostanza che il contribuente, avendo variato la propria dimora abituale, abbia concesso l’immobile in locazione a soggetti terzi.

Il punto è stato affrontato dalla circolare n. 17/E del 2015, la quale ha precisato che, in caso di trasferimento all’estero per motivi di lavoro, la detrazione degli interessi passivi per l’acquisto dell’abitazione principale spetta anche se l’immobile viene concesso in locazione.

L’Agenzia delle Entrate nella circolare 17/E/2015 ha ritenuto che la circostanza che il contribuente abbia un rapporto di lavoro in uno Stato estero abbia diritto a detrarre gli interessi passivi relativi al mutuo per l’acquisto dell’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, anche se la suddetta abitazione risulti locata.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Mutui: tasso fisso irripetibile

del 06/09/2010

“Gli Irs (Interest rate swap) stanno scivolando anche se è paradossale pensare, come questi parametr...

Fatto notorio per danno da inadempimento contrattuale

del 23/09/2010

Con la sentenza n. 18748 del 19/8/2010 la Corte di cassazione si è occupata della richiesta di risol...

Procedimento sommario di cognizione applicabile anche alle liti sulla locazione

del 02/11/2010

Il Tribunale di Napoli, sez. II civile, con ordinanza del 25 maggio 2010 ha sancito che “il procedim...