Consulenza o Preventivo Gratuito

Accordo Atene creditori per alcuni troppo duro

del 13/07/2015

Accordo Atene creditori per alcuni troppo duro

L'accordo tra Atene e creditori, o meglio l'intesa per arrivare a definire il terzo piano di salvataggio della Grecia, fa discutere politici ed economisti. Una delle voci più autorevoli, quella del Nobel per l'Economia, Paul Krugman, si fa sentire con un blog durissimo sul sito del New York Times, che fin dal titolo parla dell'omicidio del progetto europeo.

L'economista, pur partendo dall'ammettere che Tsipras possa essere ritenuto un poco di buono, evidenzia le richieste folli dei creditori, la completa distruzione della sovranità nazionale e la pura vendicatività della durezza delle richieste Ue per concludere che nell'Euro Summit della notte è stato inferto un colpo mortale all'intera architettura dell'Unione.

Già in nottata lo Spiegel parlava di "catalogo delle crudeltà" in riferimento ai contenuti dell'accordo; la durezza delle condizioni domina le riflessioni anche in Spagna: El Pais online titola "Merkel e Hollande ottengono che Tsipras accetti un patto più duro", dopo l'annuncio questa mattina dell'accordo di Bruxelles. Secondo il quotidiano di Madrid, la durezza del patto minaccia di aprire una crisi politica in Grecia. El Mundo rileva invece che secondo il premier, Mariano Rajoy, contro la Grecia non c'è stata una vendetta dopo il referendum. Per Rajoy quella di oggi è una buona decisione che evita l'uscita della Grecia dall'euro. A sinistra, uno dei commenti è è "La Grecia affonda, l'Europa non vince, la Germania impera".

In Francia si evidenzia la frattura emersa tra l'impostazione transalpina (di apertura ad Atene) e quella tedesca. La spaccatura è protagonista: Le Figaro titola "La Grecia scava un fossato tra la Francia e la Germania", che nell'editoriale di prima pagina descrive "due Europe, legate a due logiche totalmente differenti. Una è tedesca, contabile, intransigente. L'altra francese, politica e accomodante". "A che gioco gioca la Germania?", si chiede Libération con una foto della cancelliera Angela Merkel dall'espressione perplessa. Risponde indirettamente la Bild, quando online manda il titolo: "Dopo tante promesse sul fatto che non ci sarebbe stato un terzo pacchetto di aiuti, ecco altri 86 miliardi per la Grecia".

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Detengo un immobile in Francia per uso personale e che non viene quindi locato a terzi. Come devo comportarmi nella redazione del Modello Unico?

Dott.ssa Paola Saldi del 07/05/2012

Il possesso di un immobile all’estero obbliga alla compilazione del modulo RW all’interno del Modell...

Cosa succederebbe se in Italia tornasse la lira?

Dott. Filippo Boni del 14/12/2011

Nel corso delle ultime settimane, dominate dai forti timori per lo spread tra gli italici "BTP" e i...

Le nuove imposte sulle ricchezze all'estero

Dott. Massimo Gazzani del 20/12/2011

Molti sono gli elementi patrimoniali introdotti con l’approvazione della manovra di Natale contenuta...