Consulenza o Preventivo Gratuito

Disoccupazione per co co pro

del 04/05/2015

Dal 1 maggio 2015 è entrata in vigore la possibilità di richiedere l'assegno di disoccupazione anche per i lavoratori co.co.pro., cioè per i titolari di un contratto a progetto, in precedenza esclusi da questo tipo di sussidio. Vediamo quindi chi sono gli aventi diritto e come si effettua la domanda di disoccupazione.

Gli aventi diritto

Il provvedimento, avviato in forma sperimentale per l'anno 2015, è destinato a tutti i titolari di contratti co.co.pro. che subiscano o abbiano subito un periodo di disoccupazione a partire dal 1 gennaio 2015. La Dis-Coll (così si chiama il provvedimento), è destinata a coloro che si trovino in stato di disoccupazione per la cessazione del contratto, ad esclusione di coloro che hanno interrotto volontariamente il rapporto di lavoro. Vediamo quali sono i requisiti necessari per l'accesso alla forma di sostegno:

  • il lavoratore deve essere iscritto alla gestione separata INPS (il beneficio decade se è iscritto in alternativa o in contemporanea ad altre gestioni)
  • non essere pensionati
  • non essere in possesso di partita IVA
  • essere ancora disoccupati al momento di presentazione della domanda (sono quindi esclusi coloro che dopo un periodo di disoccupazione hanno trovato nuovamente un impiego, anche se la disoccupazione è avvenuta nel 2015).

Oltre a questi requisiti di base è necessario inoltre che il lavoratore abbia maturato almeno tre mesi di contributi presso la gestione separata INPS nell'anno solare precedente alla data della richiesta (cioè dal 1 gennaio 2014 per le richieste effettuate nel 2015). È necessario inoltre che il lavoratore abbia maturato almeno un mese di lavoro nell'anno in corso.

Come si presenta la domanda e a quanto ammonta l'assegno

Chi soddisfa i requisiti espressi in precedenza, deve presentare domanda di disoccupazione fornendo in allegato un documento che attesti le prestazioni di lavoro svolte nell'anno 2015 e 2014, per soddisfare i requisiti secondo le modalità spiegate in precedenza. La domanda può essere presentata sia con posta elettronica certificata sia recandosi direttamente presso gli sportelli territoriali.

L'importo dell'assegno di disoccupazione è pari al 75% del reddito medio mensile se questo è fino ai 1.195 euro. Per le cifre superiori verrà calcolato un ulteriore 25% per la parte di reddito eccedente quella dello stipendio medio, fino ad un massimo mensile di 1.300 euro. L'assegno viene erogato per un periodo pari alla metà dei mesi di lavoro effettuati a partire dal gennaio 2014 e fino al momento di presentazione della domanda, fino ad un massimo di sei mesi di durata.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Il dirigente a progetto

del 13/07/2010

Sono sempre più numerose le aziende italiane che scelgono di avere un dirigente per il tempo necessa...

Lavoro e stranieri: le ultime novità

Avv. Luca Failla del 02/01/2012

Con diversi provvedimenti sia di matrice nazionale sia di matrice comunitaria il lavoro degli strani...

Ho lavorato per un anno con contratto di collaborazione a progetto, ora l'azienda vorrebbe assumermi come apprendista: è corretto?

Dott. Claudio Zaninotto del 06/02/2012

Dipende. E’ senz’altro corretto se, nell’ipotesi di assunzione con qualifica di apprendista, l’attiv...