Consulenza o Preventivo Gratuito

Successione, il ''Dl Semplificazioni''

del 02/07/2014

Tra le novità introdotte per il 2014 dalDl 5/2012, il cosiddetto Decreto Semplificazioni,ce ne sono alcune che riguardano gli obblighi didichiarazione di eredità e successioni.

Tutte le persone incluse in un lascito ereditario devono presentare la dichiarazione d'eredità anche se quanto ricevuto non è stato ancora accettato. Chi invece decide dirinunciare all'eredità pur avendone diritto, e lo dichiara espressamente attraverso le procedure specifiche del caso,è esclusoda tale dichiarazione. Per dichiarare legalmente di non voler accettare il patrimonio lasciato dal defunto con testamento o senza non basta dunque un annuncio verbale ma è necessarioinoltrare la comunicazione ad un Notaio oppure ad un Cancelliere del Tribunale di zona.

Dall'obbligo di dichiarazionesono esclusi i coniugi o i parenti diretti del defuntonei casi in cui l'ereditànon comprenda immobilie il valore totalenon sia superiore ai 100mila euro. In precedenza la quota massima stabilita era 25.823 euro, praticamente un quarto di quella attuale. In linea di massima c'è tempo un anno dall'inizio delle pratiche di successione per presentare la dichiarazione.

Dove e comesi deve presentare la dichiarazione di eredità e successione? Il modulo va presentatonegli uffici territoriali di competenzache si trovanonella città in cui il defunto era residente. Il documento da compilare lo fornisce direttamente l'Agenzia delle Entrate. Questo è l'unico modo valido, qualsiasi altra procedura non viene riconosciuta.

Se il defunto, al momento del decesso,risiedeva all'estero,la dichiarazione andrà presentata all'ufficio di competenza locale, nel caso in cui sia nota l'ultima residenza estera. In caso contrario bisogneràrivolgersi agli uffici di Romache si occuperanno delle pratiche anche se la residenza non è la Capitale.

I dati da inserire nel modello di dichiarazione sono di varia natura.

Il modulo è composto da diversi riquadri da compilare per un totale di undici pagine. Sono necessari idati anagrafici del defunto, il suoalbero genealogico, compreso di gradi di parentela e luoghi di nascita,i dati anagrafici di tutti gli eredie le informazioni relative agli immobili eventualmente oggetto d'eredità. Se il lascito comprendeazioni, titoli o quote, dovranno essere inserite le informazioni relative così come nel caso di aziende possedute o degli altri beni in oggetto.

Bisogna anche indicare le informazioni relative adonazioni e liberalità(quando si effettua un’attribuzione patrimoniale a favore di altri, spontaneamente e con l’intento di arricchire qualcuno privandosi di qualcosa).

Ogni informazione è comunque reperibile sulsito dell'Agenzia delle Entrate - www.agenziaentrate.gov.it, Home - Cosa devi fare - Dichiarare - Dichiarazione di successione - Scheda informativa.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Imposta di registro più leggera su successioni e atti plurimi

Dott. Fabrizio Ferrari del 27/10/2011

L’Agenzia delle Entrate ha recentemente fornito alcuni importanti chiarimenti in merito alle modalit...

Diritto del padre al congedo

Rag. Maurizio Cason Villa del 22/02/2012

Con una sentenza dello scorso 9 febbraio 2012 viene riconosciuto al padre il diritto di usufruire d...