Consulenza o Preventivo Gratuito

Il decreto salva famiglie e imprese

del 17/12/2013

Solo poche ore fa il governo ha annunciato l’arrivo di un decreto contenente diverse misure pensate per sostenere l’economia delle famiglie. La notizia, proprio in frangenti così difficili a causa dei disagi generati dalla cosiddetta “rivolta dei forconi”, giunge come un sollievo per tutti i cittadini oppressi dalla fiscalità e dalla crisi degli ultimi quattro anni.

Sarà una serie di misure concrete o il solito annuncio inconcludente? Speriamo si tratti di misure pragmatiche e immediate, sarebbe questa l’unica strada capace di lanciare segnali di pace alla popolazione, ormai arrivata al limite massimo di sopportazione.

Il nome del decreto è accattivante: “Destinazione Italia”. Le misure in programma appaiono interamente pensate per far tornare il sorriso sulle bocche degli italiani, o perlomeno permettere loro di passare qualche notte serena dopo lungo tempo.

Attraverso la sua attuazione, infatti, sono previsti tagli alle bollette della luce, diminuzione dei costi delle polizze RCA, e persino agevolazioni fiscali per chi acquista libri.

Dove si risparmia?

Per ciò che riguarda le bollette dell’energia elettrica e le tariffe RCA, il cui costo incide enormemente su famiglie e imprese, il progetto è quello di abbattere il peso dei costi di circa 600 milioni di euro. Per far ciò si interverrà con un ritocco della tariffa bioraria e mettendo a punto il “ritiro dedicato”, una formula realizzata appositamente per i produttori di energia e che serve a semplificare alcuni processi legati alla vendita ai consumatori finali.

Sul fronte polizze RCA, l’Antitrust in collaborazione con Isavv, ha realizzato un pacchetto di misure utili a contrastare le frodi e a sostenere la concorrenza. C’è anche una proposta per far si che le polizze auto che comprendono la scatola nera, un sistema che registra tutto ciò che avviene mentre si è in marcia simile a quello utilizzato negli aerei,  abbiano costi minori.

Dulcis in fundo: gli amanti della lettura avranno una sorpresa. Una detrazione fiscale pari al 19% entro un tetto di acquisti di 1000 euro per i libri scolastici e altri 1000 per libri di qualsiasi altro genere, giungendo a una detrazione massima pari a 380 euro. Non certo poco.

Misure in arrivo anche per le aziende: il decreto prevede difatti crediti di imposta al 50% per le imprese che investono in ricerca e sviluppo, agevolazioni per chi investirà in innovazione informatica e anche un fondo di garanzia per chi presenta progetti di innovazione industriale.

Il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato è ottimista e il Premier Enrico Letta, durante l’annuncio del varo del decreto ha dichiarato: “Stiamo uscendo proprio in questi giorni dalla crisi, stiamo ricominciando a crescere e questo è il segnale più bello per il nostro futuro”.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Matrimoni gay da oggi legali in Argentina

del 23/07/2010

Oggi a Buenos Aires la Presidente Cristiana Fernandez ha dato il via alla legge che consente il mat...

L'infedeltà teorica annulla le nozze

del 09/11/2010

Una sentenza civile recepisce il verdetto di nullità del matrimonio emesso dalla sacra rota per infe...

No della Corte costituzionale ai matrimoni omosessuali

del 10/01/2011

Ribadita l’impossibilità per due persone dello stesso sesso di contrarre matrimonio in Italia con l’...