Consulenza o Preventivo Gratuito

Ritenute previdenziali, cosa succede se non si versano

del 22/10/2013

Contatta | Studio Legale Pecchi
v.le Leonardo da Vinci 114 Roma 00145 Roma (RM)

La recente sentenza n. 37130/2013 con cui la Corte di Cassazione per l’ennesima volta, è intervenuta in materia di omissione del versamento delle ritenute previdenziali ribadendo che il datore di lavoro risponde sempre penalmente ed è punibile per concorso in omesso versamento delle ritenute previdenziali anche qualora abbia dato l’incarico a un terzo che però non l’ha eseguito.

Trattasi di un imprenditore (ma potrebbe essere tranquillamente un amministratore di condominio) che in seguito alla omissione del versamento delle ritenute previdenziali per i propri dipendenti, aveva chiesto ed ottenuto una rateizzazione da parte dell’ INPS.

Conferito, ad un suo dipendente, il compito di versare le somme necessarie per coprire il debito questi non ottemperava e per l’imprenditore è scattata la condanna penale.

I giudici di legittimità hanno motivato la sentenza appellandosi alla regola generale della culpa in vigilando del datore di lavoro sul quale incombe l’obbligo, appunto, di vigilare sul corretto adempimento dell’obbligazione da parte del terzo incaricato.

Il Decreto Legge 463/1983 – convertito nella legge 11 Novembre 1983, n. 638, art. 2, commi 1 e 1 bis - prevede come reato l’omesso versamento di contributi previdenziali e punisce il datore di lavoro che non abbia adempiuto l’obbligo di pagamento all’Inps dei contributi dovuti con riferimento alla retribuzione dei propri dipendenti.

E’ importante sottolineare il diverso trattamento sanzionatorio previsto dalla legge per la omessa “retribuzione” rispetto all’ omesso versamento delle “ritenute previdenziali”: l’omesso versamento della retribuzione implica un illecito civile, penalmente irrilevante. Al contrario l’omesso versamento delle trattenute è invece un illecito penale, ossia un reato.

Ed invero, per la Corte di Cassazione il reato di omesso versamento di ritenute assistenziali e previdenziali è una forma particolare di appropriazione indebita.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Contributi figurativi extra per il reinserimento

del 05/11/2010

Via libera alla contribuzione figurativa integrativa per i beneficiari di prestazioni sociali. Con l...

Incentivi per chi assume over 50

Rag. Maurizio Cason Villa del 09/05/2012

Il Consiglio dei Ministri ha presentato il 23 marzo 2012 il disegno di legge di riforma del mercato...

Contributi: la ricongiunzione è sempre a titolo oneroso

Dott. Gianluca Anselmi del 14/05/2012

La ricongiunzione dei contributi è quell’istituto che permette, a chi ha posizioni assicurative in g...