Consulenza o Preventivo Gratuito

Molestie telefoniche, quante telefonate

del 11/08/2013

Contatta | Studio Legale Pecchi
v.le Leonardo da Vinci 114 Roma 00145 Roma (RM)

La Suprema Corte Cassazione penale - sez. I, sentenza del 10 maggio 2013 n° 20200 -  rigettava un ricorso ritenendolo infondato, rilevando che la natura molesta delle molestie mediante contatto telefonico è direttamente connessa non tanto alla qualità dei contatti telefonici (essendosi trattato di telefonate “mute”), quanto al loro numero, essendosi trattato, come d’altronde ammesso dal ricorrente, di ben dodici chiamate nell’arco di sette giorni.

La Suprema Corte, con la sentenza in oggetto, è giunta ad avvalorare  l’indirizzo prevalente affermatosi in merito, confermando, nel silenzio del legislatore, che il reato di cui all’art. 660 c.p. può essere  realizzato anche con una sola azione di disturbo (Cass. Sez. I, 22 aprile 2004- 19 maggio 2004 n° 23521) .


vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
iPad come strumento di lavoro

del 14/07/2010

Array Networks Inc, società leader per l’utilizzo sicuro delle applicazioni in azienda, ha lanciato...

Insulti via mail non è molestia

del 22/07/2010

Secondo la Corte di Cassazione scrivere e inviare una email di insulti è completamente differente da...

In arrivo il Regolamento di attuazione sulla conciliazione

del 20/09/2010

Fa già discutere per alcune carenze e zone d’ombra rilevate dal Consiglio di stato e dal Consiglio n...